Secondo i risultati di un recente studio inglese, il vaccino anti-influenzale adiuvato costituito da virus inattivati e frammentati (split-virus vaccine), causa una risposta immunitaria più rapida e più efficace, rispetto a quello non adiuvato costituito da virus interi inattivati (whole-virus vaccine). Dallo studio è emerso inoltre che una singola dose del vaccino adiuvato dovrebbe essere sufficiente negli adulti e negli adolescenti, mentre nelle persone anziane sono necessarie due dosi del vaccino. I risultati dello studio sono stati recentemente pubblicati su The Lancet Infection Diseases.

I ricercatori hanno valutato la sicurezza e l'efficacia nell'indurre una risposta immunitaria adeguata dei due vaccini durante la pendemia di influenza A causata dal virus H1N1 dello scorso anno.

Lo studio ha arruolato 347 persone che avevano contratto il virus nel periodo di tempo compreso tra l'ottobre 2009 e il novembre 2009. I partecipanti sono stati suddivisi in tre gruppi in base all'età (18-44, 45-64, 65 e >65) e randomizzati a ricevere due dosi di entrambi i vaccini a distanza di 21 giorni tra una dose e l'altra.
I ricercatori hanno prelevato campioni di sangue dei partecipanti prima della vaccinazione e ogni settimana dopo la vaccinazione per misurare la variazione dei livelli anticorpali.

I risultati delle analisi hanno mostrato che il vaccino adiuvato ha indotto una risposta immunitaria significativamente superiore con un tasso di sieroconversione maggiore, rispetto a quello ottenuto dal vaccino costituito da virus interi inattivati, in tutti e tre i gruppi di pazienti. Inoltre, l'effetto sieroprotettivo è stato mantenuto per 6 mesi dopo la vaccinazione.

Il vaccino adiuvante ha inoltre ottenuto una sieroconversione più rapida rispetto al vaccino non adiuvato. La risposta immunitaria è risultata più efficace nei pazienti più giovani, il 75% dei soggetti appartenenti al gruppo di età compresa tra i 18 e i 44 anni, ha ottenuto la siero protezione entro 1 settimana dalla prima dose del vaccino.
Entrambi i vaccini sono stati generalmente ben tollerati senza aver provocato eventi avversi gravi.
Il vaccino adiuvante ha prodotto più reazioni cutanee a livello del sito di iniezione, rispetto a quello a virus interi.

Prof Karl G Nicholson  Immunogenicity and safety of a two-dose schedule of whole-virion and AS03A-adjuvanted 2009 influenza A (H1N1) vaccines: a randomised, multicentre, age-stratified, head-to-head trial The Lancet Infectious Diseases, Early Online Publication, 17 December 2010
leggi