AAA-Advanced Accelerator Applications, gruppo europeo con forte componente italiana e leader a livello mondiale nella Medicina Nucleare Molecolare ha reso noti i dati di chiusura del 2012 e ha fornito un aggiornamento delle proprie attività.

I ricavi per l’anno sono aumentati del 24,6%, raggiungendo la quota di 44,6 milioni di euro (da 35,8 milioni nel 2011), con un EBITDA di 9,4 milioni di euro, +59% rispetto all’anno precedente (5,94 milioni nel 2011). L’azienda ha investito in Ricerca & Sviluppo 13,5 milioni di euro, pari al 33% delle vendite. La cassa è pari a 14 milioni di euro al 31 dicembre. 

Il 2012 è stato un altro anno di crescita per AAA. L’Azienda, infatti, ha avviato la terza fase di sperimentazione di Lutathera, il suo principale prodotto terapeutico, nei pazienti affetti da tumori neuroendocrini dell’intestino tenue e ha ulteriormente ampliato la sua rete europea di produzione nel campo della Medicina Nucleare Molecolare (“MNM”), entrando in nuovi mercati e rafforzando la sua leadership nei Paesi in cui è già presente.

L’Azienda ha rafforzato e ampliato la sua presenza in Spagna e in Portogallo. Ha acquisito recentemente due aziende radiofarmaceutiche a Barcellona: Barnatron, produttore e fornitore di prodotti per PET (Tomografia a Emissione di Positroni) e Catalana De Dispensación, S.A., produttore e fornitore di prodotti per SPECT (Tomografia a Emissione di Fotone Singolo) per il mercato Spagnolo. Inoltre, ha acquisito un laboratorio di produzione di radio-farmaci per la PET a Oporto. La struttura, l’unica autorizzata a produrre FDG in Portogallo, è già pienamente operativa.
AAA ha anche stabilito una presenza diretta in nuovi mercati. Nel marzo 2012 ha acquisito la partecipazione di maggioranza di Umbra Medical AG, azienda radiofarmaceutica tedesca in crescita. Nel gennaio 2013 AAA è entrata nel mercato polacco dopo la firma di un contratto di collaborazione a lungo termine con l’Università di Varsavia.

L’Azienda ha finalizzato recentemente un aumento di capitale di 4,8 milioni di euro, che contribuirà a finanziare i piani di espansione e gli studi clinici del suo promettente portafoglio di prodotti per radioterapia metabolica e diagnostica. Si tratta della prima trance di un finanziamento più ampio che AAA sta raccogliendo grazie all’emissione di 10 milioni di nuove azioni, effettuata in data 8 marzo 2013.

Nel maggio 2013 AAA ha firmato un contratto di produzione e fornitura, in via non esclusiva, con Eli Lilly per la fornitura di Amyvid™ (Florbetapir (18F)) in soluzione iniettabile, in Italia, Francia e Spagna.
Amyvid™ è il primo e unico prodotto del suo genere a ottenere l’autorizzazione alla commercializzazione della Commissione Europea come radiofarmaco indicato per la diagnosi attraverso la Tomografia a Emissione di Positroni (PET) della densità della placca neuritica beta-amiloide nel cervello di pazienti adulti con disturbi cognitivi. Il farmaco è indicato per la valutazione della malattia di Alzheimer e altre cause di disturbi cognitivi.

Stefano Buono, fondatore e CEO di AAA, ha commentato: “Anche nel 2012 abbiamo registrato una forte crescita, abbiamo compiuto eccellenti progressi nella nostra strategia volta a fornire prodotti innovativi di Medicina Nucleare Molecolare a livello globale. L’anno scorso AAA ha celebrato il 10° anniversario.  Dall’anno della sua fondazione, nel 2002, si è trasformata da azienda di nicchia nella produzione di prodotti di Medicina Nucleare Molecolare ad azienda farmaceutica specializzata. Siamo al principio di una vera e propria rivoluzione nell’offerta di assistenza sanitaria, attraverso il maggior utilizzo della teragnostica. Grazie alla nostra promettente pipeline e alla solida infrastruttura produttiva siamo fiduciosi di poterne beneficiare e di poter registrare una crescita significativa”.

Advanced Accelerator Applications 
E' un gruppo farma-biotech europeo fondato nel 2002 per lo sviluppo di prodotti diagnostici e terapeutici innovativi. AAA è specializzato nellʼImaging Molecolare e nella Medicina Personalizzata per la cura di pazienti affetti da gravi patologie. Il gruppo ha 16 centri di produzione e ricerca e sviluppo di prodotti diagnostici e di terapia per la Medicina Nucleare Molecolare, con uno staff complessivo di oltre 250 persone in dieci Paesi (Italia, Francia, Germania, Svizzera, Spagna, Polonia, Portogallo, Israele, Stati Uniti e Canada). 

Medicina molecolare nucleare
La Medicina Nucleare è una specialità medica in costante crescita che utilizza quantitativi minimi di sonde molecolari - chiamati radio-traccianti – per ricavare immagini diagnostiche e per curare organi affetti da patologie degenerative. Questa tecnica richiede lʼiniezione di piccole quantità di radio-farmaci nel corpo dei pazienti che, accumulandosi negli organi o nei tessuti affetti dalle patologie rivelano così particolari variazione bio-chimica.  

La Diagnostica Molecolare Nucleare si avvale di diversi strumenti di imaging che utilizzano radio-farmaci. Le tecnologie PET (tomografia a emissione di positroni) e SPECT (tomografia a emissione di fotone singolo) sono utilizzate come alternative meno invasive rispetto alla biopsia o agli interventi chirurgici per la diagnosi di diversi tipi di cancro, malattie cardiovascolari e disturbi neurologici allo stadio iniziale. Gli strumenti di nuclear imaging vengono inoltre impiegati nello studio delle patologie e per sviluppare e testare nuovi approcci terapeutici.

La PET (Tomografia a emissione di positroni) è una tecnica di imaging molecolare utilizzata nella diagnosi e nella ricerca biomedica. Nella PET, viene iniettato nel corpo un composto chimico contenente un radionuclide di breve durata di Rubidio, Gallio, Carbonio, Ossigeno, Nitrogeno, o Fluoro, che emette positroni. L’attività del radiofarmaco viene misurata quantitativamente in tutti gli organi target. I dati vengono analizzati e ricostruiti al computer per produrre immagini degli organi esaminati.