AbbVie e Calico, società biotech americana posseduta da Google, hanno annunciato una nuova collaborazione di ricerca & sviluppo destinata ad aiutare le due aziende a scoprire, sviluppare e commercializzare nuove terapie per pazienti con malattie legate all’età.

Calico progetta di costruire un nuovo impianto di R & S nella San Francisco Bay Area a concentrarsi in particolare in materia di invecchiamento e le malattie ad esso associate, e entrambe le società dicono che possono investire fino a $ 1,5 miliardi di dollari per accelerare lo sviluppo di nuovi farmaci e terapie.

 Calico è una biotech americana che si occupa di scienze biologiche, guidata da Arthur D. Levinson (ex Presidente e CEO di Genentech) e Hal V. Barron (già Executive Vice President e Chief Medical Officer di Genentech). L’accordo apre la strada a Calico per stabilire un centro di ricerca e sviluppo di livello mondiale nell’area di San Francisco Bay.

 Secondo l’accordo, le aziende uniranno le proprie forze per accelerare la disponibilità di nuove terapie per le malattie legate all’età. In particolare:
 Calico utilizzerà la sua esperienza scientifica per istituire un centro di ricerca e sviluppo di livello mondiale, con particolare attenzione alla scoperta e sviluppo di nuovi farmaci;

AbbVie fornirà supporto allo sviluppo scientifico e clinico e la sua esperienza commerciale per portare le nuove scoperte sul mercato.
 “Questa collaborazione dimostra il nostro impegno ad esplorare nuove aree della medicina e approcci innovativi per la scoperta e lo sviluppo che incrementa la nostra già solida pipeline prodotti”, sostiene Richard A. Gonzalez, Presidente del Consiglio di Amministrazione e Chief Executive Officer di AbbVie.  “Siamo lieti di lavorare con scienziati di rilievo come Art Levinson, Hal Barron e il loro team. Il potenziale per contribuire a migliorare la vita dei pazienti con nuove terapie è enorme”.

“Il nostro rapporto con AbbVie è un aspetto fondamentale per Calico, la cui missione è quella di sviluppare terapie che migliorano la vita per persone con malattie legate all'età. Questo rapporto accelererà notevolmente i nostri sforzi per comprendere la scienza dell'invecchiamento, per far avanzare il nostro lavoro clinico, e contribuire a portare nuove terapie importanti ai pazienti in tutto il mondo”, afferma Art Levinson, CEO e fondatore di Calico.

AbbVie e Calico forniranno inizialmente fino a 250 millioni di dollari ciascuna per finanziare la collaborazione con il potenziale di entrambe a contribuire con ulteriori 500 milioni di dollari.

Calico sarà responsabile per la ricerca e il primo sviluppo durante i primi cinque anni e continuerà a sviluppare progetti di collaborazione anche nella seconda fase per un periodo di dieci anni.

AbbVie sosterrà Calico durante i suoi primi sforzi di ricerca e sviluppo e, dopo il completamento degli studi di fase 2, avrà la possibilità di gestire lo sviluppo in fase avanzata e le attività commerciali.

Entrambe le parti condivideranno equamente costi e profitti.