Business

Accordo Amgen-Novartis per lo sviluppo di farmaci contro Alzheimer ed emicrania

Amgen e Novartis hanno firmato un accordo di collaborazione globale che prevede il co-sviluppo di di farmaci nel settore delle neuroscienze.

In base all’accordo, le due aziende collaboreranno nello sviluppo e nella commercializzazione di un programma riguardante gli inibitori di BACE (beta secretasi) per il trattamento della malattia di Alzheimer. Il farmaco orale di Novartis CNP520 sarà il prodotto principale in questo ambito.

La beta secretasi è una proteasi aspartica che genera la β-miloide, un peptide che si pensa sia una delle cause dell’insorgenza dell’Alzheimer. L’inibizione di BACE potrebbe quindi prevenire o ritardare l’insorgenza della sindrome di Alzheimer. Finora nessun farmaco con questo meccanismo di azione ha dimsotrato in studi avanzato una chiara efficacia.

La collaborazione tra le due aziende si focalizzerà anche sui prodotti destinati al trattamento dell’emicrania di Amgen, tra i quali AMG 334, anticorpo monoclonale completamente umano attualmente in Fase III, e AMG 301, in Fase I di sviluppo.

I due famaci funzionano inibendo il recettore del peptide correlato al gene della calcitonina (CGRP) che si ipotizza trasmetta i segnali che possono causare un dolore invalidante.

Secondo l’accordo, le due aziende condivideranno la responsabilità dello sviluppo e la commercializzazione dei programma riguardanti i BACE-inibitori. Per quanto riguarda il settore dell’emicrania e i prodotti di Amgen destinati al trattamento di questa malattia, Novartis riceverà i diritti di co-sviluppo e commerciali al di fuori degli Stati Uniti, Canada e Giappone.

SEZIONE DOWNLOAD