Accordo Baxalta/Precision BioSciences per lo sviluppo di CAR T cell

Baxalta, societÓ biofarmaceutica impegnata nello sviluppo e nella commercializzazioni di terapie per pazienti affetti da malattie orfane e con bisogni medici non soddisfatti, ha firmato un accordo con Precision BioSciences per lo sviluppo di CAR T cell per il trattamento di alcune forme tumorali.

Baxalta, società biofarmaceutica impegnata nello sviluppo e nella commercializzazioni di terapie per pazienti affetti da malattie orfane e con bisogni medici non soddisfatti, ha firmato un accordo con Precision BioSciences per lo sviluppo di CAR T cell per il trattamento di alcune forme tumorali.

L’immunoterapia con cellule T ingegnerizzate è un approccio innovativo basato sull'estrazione delle cellule T dal paziente, sulla loro modificazione genetica in modo da far loro produrre un CAR (recettore chimerico) capace di riconoscere un antigene tumorale e sulla loro reinfusione nel paziente. Questo approccio è già stato analizzato con successo in diversi trial clinici e in differenti forme tumorali, ma vista la natura altamente personalizzata della terapia rimangono ancora alcuni problemi da risolvere.

In base all’accordo, le due società utilizzeranno la tecnologia ARCUS di Precision BioSciences per la produzione di CAR T cell derivate da donatori sani, da somministrare successivamente ai pazienti, nella speranza di superare le limitazioni associate al processo produttivo delle attuali terapie basate su questo approccio.
Baxalta e Precision svilupperano CAR T cell per sei target e il primo studio clinico è atteso per la fine del 2017. Precision sarà responsabile delle prime fasi di ricerca fino alla fase II, mentre Baxalta avrà i diritti esclusi per portare avanti le fasi di sviluppo successive e di commercializzazione.

In base all’accordo, Precision riceverà da Baxalta una somma immediata di 105 milioni di dollari, più altri possibili pagamenti al raggiungimento di determinate milestone di ricerca e sviluppo e regolatorie, fino a 1,6 miliardi di dollari più royalty sulle vendite.

“La combinazione della tecnologia di Precision BioSciences e delle infrastrutture globali di Baxalta, con la sua esperienza e il portfolio immuno-oncologico in crescita, rappresenta un approccio sinergico che ha il potenziale di rendere nuove terapie disponibili per i pazienti con alcuni tumori e con bisogni medici non soddisfatti”, ha fatto notare David Meek, vice presidente e presidente dell’oncologia di Baxalta.