La biotech italiana MolMed annuncia di aver firmato un accordo strategico con GlaxoSmithKline in base al quale MolMed fornirà servizi di sviluppo, produzione e trasferimento tecnologico finalizzati alla applicazione clinica di terapie geniche basate sulla trasduzione cellulare con vettori virali.

L’accordo prevede la messa a disposizione da parte di MolMed del proprio expertise di sviluppo di processo e delle proprie competenze e capacità produttive per la produzione di vettori virali e per la trasduzione cellulare.

Il contratto firmato tra le due aziende prevede per MolMed ricavi per un ammontare minimo di € 34 milioni, in forma di upfront, milestones e fornitura di servizi, nei prossimi 5 anni. In particolare, GSK corrisponderà a MolMed nel corso dei 12 mesi successivi alla data di sottoscrizione un ammontare relativo all’upfront e alle milestones pari a circa € 6 milioni.

Claudio Bordignon, Presidente e Amministratore Delegato di MolMed, commenta: “Siamo estremamente soddisfatti di questo nuovo accordo con GSK, che fa seguito a quelli siglati nel 2011 e 2013 e che rafforza la collaborazione tra le due aziende nel campo estremamente innovativo delle terapie geniche. Questo accordo costituisce un importante risultato che riconosce gli investimenti rilevanti che la Società ha realizzato nei propri laboratori di sviluppo ed in ulteriori strutture produttive e colloca definitivamente MolMed in una posizione di leadership nel settore a livello mondiale.”