AstraZeneca ha siglato un accordo con Teva per dirimere una disputa sui bretetti di Nexium (esomeprazolo) e Prilosec (omeprazolo). Secondo l'accordo,  AstraZeneca concederà a Teva il diritto a commercializzare Nexium sul mercato nordamericano a partire dal 27 maggio del 2014 data di scadenza del primo brevetto sul esomeprazolo. Teva ha riconosciuto che i brevetti di Astrazeneca sono validi fino a quella data. Non sono stati resi noti eventuali accordi finanziari tra le due società.

Nell'aprile dei 2008, AstraZeneca aveva raggiunto un simile accordo con l'indiana Ranbaxy.

E' stato anche risolto un conflitto su Prilosec che contrapponeva le due aziende e Teva ha concordato di pagare una certa somma per le vendite effettuate nei mesi scorsi che infrangevano i brevetti sul farmaco.