GlaxoSmithKline e la biotech olandese Crucell (con sede a Leiden) hanno siglato un accordo per sviluppare insieme un vaccino anti-malarico di seconda generazione. Il prodotto sarà frutto della combinazione di due tecnologie produttive: la AdVac, sviluppata da Crucell e la RTS,S/AS di Gsk.
Crucell contribuirà con il candidato vaccino ricombinante Ad35-CS, basato sulla tecnologia AdVac e sulla piattaforma produttiva PER.C6, mentre Gsk con il suo candidato vaccino RTS,S/AS, già in fase avanzata di sviluppo.

I dati preclinici indicano che la combinazione del vaccino di Crucell con quello di Gsk porta a un aumento significativo della risposta immunitaria rispetto a quella ottenuta con i singoli componenti. Ora le due aziende contano di avviare i test di fase I/II sul vaccino combinato. In attesa dei risultati di questi studi, Crucell e Gsk sperano di ottenere da partner pubblici o no-profit i fondi per finanziare ulteriori studi.
I dettagli finanziari dell'intesa non sono stati per ora resi noti.

L'intesa si basa sul Cooperative Research and Development Agreement (CRADA), un programma di collaborazione avviato nel 2003 tra le due aziende e il Walter Reed Army Institute of Research volto a valutare il candidato vaccino di Crucell in studi preclinici.