Actelion, la più grande azienda biotech europea, ha ricevuto il via libera da una Data and Safety Monitoring Board indipendente per il proseguimento di BUILD-3, uno studio di fase III condotto su 616 pazienti con fibrosi polmonare idiopatica per valutare l'efficacia e la sicurezza di bosentan (Tracleer).  Se i dati saranno positivi, il potenziale di vendita del farmaco potrebbe raddoppiare.
La fibrosi polmonare idiopatica è una patologia primitiva del tessuto interstiziale del polmone. Consiste in una degenerazione fibrosa del parenchima polmonare, con sindrome restrittiva. E' una malattia a esito fatale meno rara di quanto finora ritenuto. Il 50-70% dei pazienti affetti da questa patologia va incontro a morte entro 5 anni dal momento della diagnosi. La malattia è caratterizzata dalla progressiva sostituzione del parenchima polmonare con tessuto fibroso e nella sua evoluzione entrano in gioco fenomeni infiammatori ed ossidativi.

I risultati finali dello studio sono attesi per la seconda metà del 2009 e potrebbero dare ulteriore stimolo alle vendite di Tracleer che nel 2008 sono risultate pari a 1,147 miliardi di dollari (+17% sull'anno precedente).

Il farmaco ha da poco ricevuto il parere positivo dell'EMEA per una formulazione pediatrica indicata per la terapia dell'ipertensione arteriosa polmonare.