Alcon, la divisione di Novartis interamente dedicate alla terapia oftalmica, ha stretto un accordo da $490 mln con la belga ThromboGenics per ottenere i diritti mondiali su ocriplasmin, tranne per gli Usa. Questo farmaco è attualmente in sviluppo per la terapia della aderenza vitro maculare sintomatica ed è oggetto di revisione da parte dell’Ema.

Il farmaco è una forma sintetica e troncata della serin proteasi plasminica, che mantiene le proprietà enzimatiche del prodotto naturale. Il farmaco ha come target la fibronectina, la laminina, e le fibre di collagene di tipo IV che fanno aderire il vitreo alla retina. Il vitreo, che non va confuso con il cristallino, è la gelatina che riempie l'interno dell'occhio, a diretto contatto con la retina.

Se verrà approvato il farmaco costituirà la prima terapia per questa affezione, una patologia progressiva e debilitante per la quale tuttora mancano terapie adeguate. In Europa si stima siano circa 300mila i pazienti con questa patologia.