Alliance Boots, il gigante della distribuzione farmaceutica e dell'health beauty di proprietà di Stefano Pessina e Ornella Barra, ha chiuso l'esercizio 2012 con ricavi per 22,4 miliardi di sterline (-2,6% e +0,6% a cambi costanti) e con un profitto operativo di 1.265 milioni di sterline (+6,1% e +7,4% a cambi costanti) e un utile rettificato di 805 milioni si sterline (+12,7%).

Il tutto a fronte di ricavi scesi del 2,6% a 22,4 miliardi di sterline (+0,6% a cambi costanti), a causa dei lievi cali di ricavi registrati nelle due divisioni del gruppo, Health&Beauty (-2,5%) e Wholesale (-2,7%). Il cash flow si è invece collocato a quasi 1,65 miliardi mentre l'ebitda sale del 5,8% a 1,5 miliardi di sterline (1,7 miliardi di euro).

I dati emergono nel corso della presentazione del bilancio a Londra, in cui Pessina annuncia investimenti nella cinese Nanjing Pharmaceutical. Nel giugno 2012 Alliance Boots si e' alleata con Walgreens, leader nei drugstore negli Usa, che ha rilevato il 45% della societa' britannica con l'opzione di acquisire il restante 55% dal 2015. Con l'operazione Pessina e' però diventato il principale azionista unico di Walgreens e al termine dell'operazione avra' il 16-20% del nuovo gruppo.

"Questo è stato un anno di trasformazione per Alliance Boots grazie alla nuova partnership strategica con Walgreens, che è stata ulteriormente rafforzata dal recente accordo di partnership con AmerisourceBergen", ha affermato il presidente del gruppo Pessina. "Continuiamo a essere fiduciosi in merito alle nostre prospettive e capacità di conseguire una crescita redditizia organica sulla base delle sinergie previste e grazie all'espansione internazionale in un mondo in cui la globalizzazione accelera il passo, la trasformazione realizzata con le nostre partnership ci pone in una posizione unica per diventare il vero leader mondiale nella farmacia e nella distribuzione farmaceutica.