La spagnola Almirall ha reso noto l’avvio di un piano di riorganizzazione che porterà alla perdita di 250 posti di lavoro, principalmente concentrati in Spagna dove la società è nata e ha il maggior numero di dipendenti.

In una nota, l’azienda spiega che la decisione nasce dalla stagnazione del mercato europee e da recenti misure contenitive della spesa farmaceutica che hanno fortemente penalizzato il mercato spagnolo.

Il CEO Eduardo Sanchiz fa però notare che  l’azienda ha numerose opportunità di crescita di fronte e che esse vanno gestite per bilanciare le risorse e per essere nella migliore posizione per cogliere tali opportunità una volta che si presenteranno e realizzare i piani a lungo termine.

La sostanza è che la crisi non risparmia nessuno, nemmeno il settore farmaceutico, da sempre considerato anticiclico e quindi impermeabile alle fluttuazioni economiche.