Amgen ha annunciato un accordo definitivo per l'acquisizione di deCODE Genetics, un leader globale nella genetica umana con sede a Reykjavik in Islanda. La transazione in contanti prevede un corrispettivo da 415 milioni di dollari e dovrebbe essere perfezionata prima della fine del 2012.

“Conoscere il legame tra il genoma e la predisposizione genetica a determinate malattie migliorerà i nostri sforzi nell’individuare nuovi target terapeutici, alla scopo di trovare trattamenti efficaci per la cura di diverse malattie”, ha dichiarato Robert A. Bradway, presidente e CEO di Amgen.

La società deCODE Genetics è un’azienda leader nell’analisi e nella comprensione del legame tra il genoma e la predisposizione alle malattie. Con il suo know-how e grazie alla disponibilità di dati di tipo genetico su una determinata popolazione islandese, deCODE ha scoperto diversi fattori di rischio per decine di malattie, incluse quelle cardiovascolari, il cancro e la schizofrenia. Per quanto riguarda quest’ultima, si tratta della prima volta che si dimostra in due diversi studi che un gene è implicato nella comparsa di questa temibile patologia.

Fondata nel 1996, l’azienda islandese ha 130 dipendenti e ha un fatturato annuo di circa 44 mln di dollari. L’azienda fece bancarotta nel novembre del 2009 e da allora gli asset sono stati acquisiti da una società di investimento (Saga Investments LLC, un consorzio di cui fanno parte Polaris Venture Partners e ARCH Venture Partners) che adesso l’ha ceduta ad Amgen.

Alla fine degli anni 90 l’azienda propose di creare la prima banca genomica di un’intera popolazione, quella islandese per l’appunto che all’epoca contava 270mila persone. Questo immane progetto si componeva di tre grandi tappe: creare un database genealogico, raccogliere i dati del genoma della popolazione e creare un database nazionale sullo stato di salute delle persone e fare in modo che i tre database parlassero tra loro in modo a collegare i dati genetici delle persone con il fenotipo individuale. Adesso la palla passa ad Amgen che cercherà di indirizzare le ricerche di De Code su obiettivi più concreti.