GlaxoSmithKline ha reso noto di aver iniziato una trattativa per la cessione del portfolio di farmaci antitrombotici alla sud africana Aspen Pharmacare. I farmaci in questione sono fondaparinux, fraxiparina e nadroparina. L'accordo, se sarà concluso,  si applicherà a tutti i Paesi, fatta eccezione di Cina, Pakistan e India.

Nel 2012 questi farmaci, i cui brand sono Arixtra e Fraxiparina, hanno generato un fatturato per Gsk pari a £420 milioni, pari a 490 milioni di euro. I termini finanziari della trattativa non sono stati resi noti ma le voci che girano parlano di una cifra vicina al miliardo di dollari.

L’azienda sud Africana sarebbe interessata ad acquisire anche il sito produttivo francese di Notre Dame de Bondeville, dove vengono prodotti questi farmaci. L'accordo prevederebbe il trasferimento da Gsk ad Aspen di circa 1000 dipendenti, la maggior parte dei quali impegnati nello stabilimento francese.

Aspen Pharmacare è la più grande società farmaceutica del continente africano. Produce farmaci branded e generici che vengono venduti in oltre 150 Paesi. Nel 2012 il fatturato è stato di 1,139 miliardi di euro (+23% sul 2011). A livello mondiale è la nona società di generici.  Il gruppo farmaceutico è quotato a Johannesburg, dove capitalizza 9,4 miliardi di dollari. Il titolo, che in 12 mesi ha reso (total return) il 55%, ha un p/e (prezzo/utile) 2013 di 24,8 e un rendimento del dividendo dell’1%.