AstraZeneca cede a Grunenthal i diritti dell'antigotta lesinurad per Europa e America Latina

AstraZeneca ha concesso in licenza a Grünenthal i diritti esclusivi per l'Europa e l'America Latina per la terapia anti gotta Zurampic (lesinurad). Questo farmaco, dotato di un meccanismo di azione innovativo, è stato approvato in Europa lo scorso mese di febbraio per il trattamento aggiuntivo della iperuricemia nei pazienti gotta adulti che non hanno raggiunto il target di livelli ematici di acido urico con una dose adeguata di un inibitore della xantina ossidasi.

AstraZeneca ha concesso in licenza a Grünenthal i diritti esclusivi per l'Europa e l'America Latina per la terapia anti gotta Zurampic (lesinurad). Questo farmaco, dotato di un meccanismo di azione innovativo,  è stato approvato in Europa lo scorso mese di febbraio per il trattamento aggiuntivo della iperuricemia nei pazienti gotta adulti che non hanno raggiunto il target di livelli ematici di acido urico con una dose adeguata di un inibitore della xantina ossidasi.

Sulla base dell'accordo appena siglato, Grünenthal ha anche ottenuto i diritti esclusivi per una combinazione a dose fissa di Zurampic e allopurinolo, che è attualmente in fase di sviluppo clinico.

Grünenthal pagherà AstraZeneca fino a $ 230 milioni calcolati sulla base di milestones di vendita . Inoltre, Grünenthal pagherà royalties a due cifre sulle vendite del prodotto.

AstraZeneca aveva ottenuto i diritti per Zurampic nel 2012 come parte della sua acquisizione di Ardea Biosciences. Di recente l'azienda aveva ceduto i diritti sul farmaco per gli Stati Uniti alla società Ironwood Pharmaceuticals. Con l'accodo appena siglato con Grünenthal l'azienda si è disfatta del farmaco,  evidentemente non giudicato strategico, facendo cassa.

Lesinurad inibisce il trasportatore di acido urico (URAT1) nel rene, umentando l'escrezione di acido urico e riducendo in tal modo l'acido urico sierico (sUA).  URAT1 è responsabile della maggior parte del riassorbimento di acido urico filtrato dal lume tubulare renale. Inibendo l'URAT1, lesinurad aumenta l'escrezione di acido urico e quindi abbassa il sUA. Lesinurad inibisce anche l'OAT4, un trasportatore di acido urico coinvolto nell'iperuricemia indotta da diuretici.

"Lesinurad rappresenta un farmaco innovativo nel trattamento della gotta - ci aveva spiegato il prof. Walter Grassi (Direttore della Clinica Reumatologica e della Scuola di Specializzazione in Reumatologia, Università Politecnica delle Marche di Ancona) in occasione dell'EULAR 2015 - perché, a differenza dei farmaci di cui già disponiamo per ridurre i livelli di acido urico - allopurinolo e febuxostat - interviene aumentando l'eliminazione renale dell'acido urico stesso, con un meccanismo che amplifica gli effetti del trattamento tradizionale. Ciò consente il raggiungimento del target terapeutico prefissato  (sUA< 6mg/dL )."

L'obiettivo di tutti i trattamenti terapeutici per ridurre l'urato è quello di diminuire i livelli sierici di acido urico, in modo da rispettare gli obiettivi raccomandati. Le linee guida terapeutiche internazionali dell'American College of Rheumatology (ACR) e della European League Against Rheumatism (EULAR) raccomandano il raggiungimento di livelli sierici di acido urico prefissati a un minimo di <6.0 mg/dL in tutti i pazienti affetti da gotta e spesso a <5,0 mg/dL nei pazienti affetti da gotta con una maggiore gravità della malattia e un maggiore carico di urato, come quelli che presentano depositi di acido urico (tophi).