AstraZeneca cede gli antibiotici a Pfizer, affare da $1,5 miliardi

Non paga di aver appena acquisito Medivation, e quindi l'anticancro Xtandi, oggi Pfizer ha annunciato di aver stipulato un accordo con AstraZeneca per acquisire i diritti di sviluppo e commercializzazione dei suoi farmaci anti-infettivi, soprattutto al di fuori degli Stati Uniti. L'accordo, del valore complessivo di circa $1,5 mld, riguarda i diritti di commercializzazione e di sviluppo per Zavicefta (ceftazidime-avibactam), un farmaco appena approvato dall'UE, per i farmaci giÓ in commercio Merrem / Meronem (meropenem) e Zinforo (ceftarolina fosamil), e i farmaci in sviluppo a base di aztreonam-avibactam ( ATM-AVI) e CXL.

Non paga di aver appena acquisito Medivation, e quindi l’anticancro Xtandi, oggi Pfizer ha annunciato di aver stipulato un accordo con AstraZeneca per acquisire i diritti di sviluppo e commercializzazione dei suoi farmaci anti-infettivi.

L'accordo, del valore complessivo di circa $1,5 mld, riguardai diritti di commercializzazione e di sviluppo per Zavicefta (ceftazidime-avibactam), un farmaco appena approvato dall’UE,  per i farmaci già in commercio  Merrem / Meronem (meropenem) e Zinforo (ceftarolina fosamil), e i farmaci in sviluppo a base di aztreonam-avibactam ( ATM-AVI) e CXL. Quest'ultimo è una combinazione di Zinforo e avibactam, in sviluppo per infezioni da Gram + e -.

Per i farmaci già in commercio, i diritti ceduti da AstraZeneca sono per la commercializzazione al di fuori degli Usa perchè negli Stati Uniti i diritti sono di proprietà di Allergan.

Zavicefta affronta in modo specifico le infezioni Gram-negativi multi-farmaco resistenti, comprese quelle resistenti agli antibiotici carbapenemici, una delle più importanti esigenze mediche insoddisfatte nella terapia delle infezioni batteriche ospedaliere.

In base ai termini dell'accordo, alla chiusura della transazione Pfizer farà un pagamento anticipato ad AstraZeneca dell’importo di $ 550 milioni e un pagamento dilazionato di $ 175 milioni a gennaio 2019. Inoltre, AstraZeneca ha diritto a ricevere fino a $ 250 milioni in pagamenti correlati a milestone, e fino a $600 milioni in pagamenti relative alle vendite, oltre a royalties in alcuni mercati sulle vendite di Zavicefta e ATM-AVI.

"Mentre continuiamo a rimodellare il nostro portafoglio “Essential Health”, ci stiamo concentrando sulle aree che affrontano ulteriori esigenze di salute pubblica a livello mondiale e che completano le nostre capacità di base e l'esperienza in alcune aree terapeutiche, tra cui gli anti-infettivi. Siamo impegnati a cercare modi per migliorare il nostro portafoglio in tutto il mondo dove offriamo i pazienti e gli operatori sanitari di accedere a più di 60 farmaci tra anti-infettivi e anti-fungini. L'aggiunta del portafoglio di piccole molecole di farmaci anti-infettivi di AstraZeneca contribuirà a espandere l'accesso dei pazienti a questi importanti farmaci e migliorare la nostra esperienza e le offerte mondiali in questo sempre più importante area terapeutica, oltre a fornire l'opportunità di una crescita del fatturato a breve termine ", ha detto John Young, presidente di Pfizer Essential Health.

Luke Miels, vice presidente esecutivo per l'Europa e a capo della Business Unit antibiotici di AstraZeneca, ha detto "Questo accordo rafforza il nostro obiettivo strategico di investire nelle nostre tre aree terapeutiche principali in cui possiamo fare la differenza più grande per la vita dei pazienti. Siamo lieti che la nostra ricerca scientifica nel settore degli antibiotici continuerà a servire una necessità critica di salute pubblica attraverso il focus dedicato di Pfizer sulle malattie infettive, assicurando a questi farmaci importanti di raggiungere un numero maggiore di pazienti in tutto il mondo. "

Lo scorso 28 giugno, Zavicefta ha ricevuto l'approvazione della Commissione europea per le infezioni complicate del tratto urinario (Cuti), infezioni intra-addominali complicate (cIAI), polmoniti acquisite in ospedale / polmoniti associata a ventilazione assista (HAP / VAP) e per  'il trattamento di infezioni aerobiche da gram negativi in pazienti adulti con limitate opzioni di trattamento.

La transazione annunciata oggi, che dovrebbe chiudersi nel quarto trimestre del 2016, è soggetta a condizioni di chiusura, tra cui la validazione delle autorità antitrust in alcune giurisdizioni.