AstraZeneca Italia, consociata di AstraZeneca PLC, ha ceduto a Corden Pharma SpA, che fa parte dell'International Chemical Investors Group (ICIG), il sito produttivo di Caponago. L'accordo di cessione prevede, tra l'altro, che lo stabilimento continui a essere fornitore del Gruppo AstraZeneca a livello mondiale.

"La conclusione positiva della trattativa per la cessione del sito produttivo di Caponago è per noi motivo di soddisfazione", ha sottolineato il Presidente e AD di AstraZeneca, Nicola Braggio, "in quanto abbiamo potuto salvaguardare la riconosciuta professionalità dei lavoratori e i livelli produttivi. Considerata la pesante congiuntura economica che stiamo attraversando, ritengo che questa sia un'operazione che permetta al sito produttivo di Caponago di avere una prospettiva futura. Peraltro a questa prospettiva contribuirà anche AstraZeneca, in quanto rimarrà un cliente rilevante per lo stabilimento di Caponago.".
Le attività di Caponago presentano numerosi elementi di sinergia con le attività di ICIG nel settore farmaceutico: le capacità di Caponago di produrre farmaci iniettabili sono complementari alle capacità di produzione e confezionamento di farmaci solidi di ICIG, e completano l'offerta di servizi destinati a clienti importanti di ICIG nel settore farmaceutico.

Caponago, diventerà un attore importante nella strategia di sviluppo di ICIG nei settori della chimica fine e dei farmaci. Questo sito è infatti uno dei centri produttivi all'avanguardia a livello mondiale, conforme alle norme GMP e che può contare su un team di professionisti di grande esperienza che ha sempre fornito risposte di qualità ai clienti, con capacità produttive consolidate.