Sulla scia di simili partnership già siglate da Pfizer e Merck, Medicines for Malaria Venture  ha siglato un accordo con AstraZeneca  che le fornirà libero accesso ai propri data base di circa 500mila molecole per valutare una loro potenziale attività anti malarica. La collaborazione non prevede esborsi di denaro, però qualora i ricercatori di  MMV dovessero identificare composti con tale potenziale, le due parti negozieranno i termini dello sviluppo congiunto.

Oltre all'obiettivo principale di trovare nuovi farmaci antimalarici, l'accordo con MMV ha per AstraZeneca anche lo scopo di rivalutare farmaci inizialmente sviluppati per indicazioni diverse. Un accordo simile a quello siglato tempo fa in oftalmologia dalla stessa Astra con Alcon.