Horizon Discovery e AstraZeneca hanno stipulato un accordo di ricerca, collaborazione e licenza al fune di esplorare una serie di genotipi rilevanti in oncologia con l'obiettivo di identificare e validare una serie di nuovi bersagli farmacologici.

Questo accordo è la seconda collaborazione tra AstraZeneca e Horizon, e segue l'annuncio di aprile 2013 di un programma di oncologia finalizzato a per esplorare l’impiego clinico di una nuova classe di farmaci che hanno come bersaglio alcune chinasi.

Secondo i termini del contratto, una serie definita di genotipi sarà indagata da Horizon per valutarne la possibile letalità sintetica. Horizon svolgerà attività di screening in vitro utilizzando la sua piattaforma proprietaria siRNA . Gli RNAi individuati in questa prima fase saranno poi validati da Horizon, attraverso tecniche tra cui l'analisi di pathway, la conferma di attività in mutanti endogeni rispetto al wild type di linee cellulari linee cellulari ( X –MAN) , test funzionali, o analisi genetica del tipo knock-in/knockout. AstraZeneca potrà esercitare l'esclusiva su tutti gli obiettivi validati .

la letalità sintetica si verifica quando la combinazione di mutazioni in due o più geni porta alla morte cellulare , mentre una mutazione in uno solo di questi geni non è sufficiente. Schermi letali sintetici hanno dimostrato un grande potenziale in oncologia , in quanto queste coppie di mutazioni potrebbero essere utilizzate per uccidere selettivamente le cellule tumorali , ma lasciare le cellule normali relativamente illese.

Secondo i termini dell'accordo , Horizon Discovery riceverà un pagamento anticipato di entità riservata , ed è ammissibile per pagamenti successivi fino a 88 milioni dollari al superamento di determinate milestones se i composti verranno sviluppati da AstraZeneca contro un numero imprecisato di target individuati attraverso questa collaborazione.