AstraZeneca trasferisce sei programmi di sviluppo a una nuova compagnia

AstraZeneca ha annunciato che la sua unità MedImmune trasferirà sei molecole antinfiammatorie/autoimmuni, tre in fase preclinica e tre in fase clinica, a una nuova società biotecnologica indipendente, chiamata Viela Bio.

AstraZeneca ha annunciato che la sua unità MedImmune trasferirà sei molecole antinfiammatorie/autoimmuni, tre in fase preclinica e tre in fase clinica, a una nuova società biotecnologica indipendente, chiamata Viela Bio.

I candidati includono l'anticorpo monoclonale anti-CD19 inebilizumab, attualmente in fase intermedia di sviluppo per il trattamento della neuromielite ottica, una rara condizione che colpisce il nervo ottico e il midollo spinale in circa cinque persone su 100mila.

La nuova società, che avrà sede a Gaithersburg, nel Maryland, sarà supportata da tre investitori cinesi che hanno messo a disposizione $250 mln per far sì che la compagnia si affermi e porti avanti tutti i suoi programmi senza interruzioni, mentre AstraZeneca rimane il maggiore azionista di minoranza.

Bing Yao, capo della divisione dei farmaci innovativi per la respirazione, infiammazione e autoimmunità (RIA) di MedImmune, è stata nominata CEO di Viela. Nel frattempo, Jorn Drappa, l'attuale vice presidente dello sviluppo clinico della RIA a MedImmune, sarà a capo della ricerca e sviluppo e della medica in Viela.

Questi investitori hanno i requisiti che piacciono al CEO della neonata azienda: tasche profonde, visione a lungo termine e appetito per le biotecnologie. Nel lungo periodo, afferma, sono il tipo di sostenitori che aiuteranno a costruire uno staff di cento persone nei prossimi anni, e nel frattempo assistono Viela nella ricerca delle prospettive commerciali per la sua terapia principale. Viela, dice, può andare fino in fondo diventando una società biotech completamente integrata.

Bahija Jallal, presidente di MedImmune, ha dichiarato: «Abbiamo una pipeline molto ricca e questo è un modo per assicurarci che siano sviluppati e in buone mani». AstraZeneca ha confermato che continuerà a gestire anifrolumab, che è in fase avanzata di sviluppo per il trattamento del lupus.

Uno spinout come questo, dice Jallal, è il risultato naturale quando si dispone di una ricca pipeline come AstraZeneca, dove ci sono più farmaci da sviluppare di quanti ne possa gestire un’azienda da sola.

«Il nostro obiettivo è sempre quello di trovare un modo per far avanzare la scienza. Con la creazione di Viela Bio, stiamo creando un ambiente ottimale per il continuo sviluppo del nostro promettente portafoglio di prodotti biologici in fase precoce per l’infiammazione e l'autoimmunità» ha aggiunto. «Questa operazione ha il potenziale per portare il massimo beneficio ai pazienti e ci permetterà di mantenere l'attenzione sulle nostre tre aree principali di terapia».

«È una pipeline ricca», dice Yao, citando inebilizumab come farmaco principale, che si trova in uno studio di Fase IIb potenzialmente adatto alla registrazione. Sia la Fda, nel 2016, che l'Ema, nel 2017, gli hanno conferito lo status di farmaco orfano. Gli altri due programmi clinici sono MEDI4920, una proteina di fusione anti-CD40L-Tn3 per una condizione infiammatoria chiamata sindrome di Sjögren primaria e MEDI7734 per la miosite.

AstraZeneca ha deciso di concentrare i fondi della ricerca e sviluppo in tre settori chiave: l'oncologia, l’area cardio/metabolica e l’area respiratoria. I farmaci in fase clinica che sono stati assegnati a Viela, facevano parte, insieme ai programmi di neuroscienze, della categoria di lavoro definita “altro”.

In precedenza l’azienda ha distribuito diverse attività in altre società, tra cui la creazione nel 2015 di Entasis Therapeutics, per sviluppare nuovi antibatterici, e Albireo nel 2008 per occuparsi dei programmi di ricerca gastrointestinale.

MedImmune
Questa società è il ramo di ricerca e sviluppo di AstraZeneca, un'azienda biofarmaceutica globale orientata all'innovazione che si occupa della scoperta, dello sviluppo e della commercializzazione di piccole molecole e farmaci biologici da prescrizione. MedImmune ricerca farmaci innovativi in oncologia, malattie respiratorie, cardiovascolari e metaboliche, infezione e vaccini. La sede centrale si trova a Gaithersburg, nel Maryland, uno dei tre centri di ricerca e sviluppo globali di AstraZeneca, a cui si aggiungono le sedi di Cambridge, in UK e Mountain View, in California.