Baxter International ha annunciato oggi che Baxalta Incorporated sarà il nome della nuova società biofarmaceutica nella qualche confluiranno i sui farmaci biotecnologici. Baxalta verrà scorporata da Baxter e quotata in borsa a metà 2015.

Al termine della separazione, Baxalta prevede di operare al New York Stock Exchange (NYSE) con il simbolo BXLT. Baxter International continuerà ad essere trattata sul NYSE con il simbolo BAX. Come precedentemente annunciato, la sede centrale di entrambe le società sarà situato nel nord dell'Illinois.

Baxter non è nuova agli spin off, perché nel 2000 venne scorporata la divisione cardiovascolare che prese il nome di Edwards Lifesciences. La separazione tra le due società diventerà operativa a metà del 2015.

Baxalta avrà ricavi globali per circa $ 6 miliardi e si focalizzerà nelle malattie rare, come l’emofilia, nelle malattie croniche o con limitate opzioni di trattamento. La divisione specializzata in medical devices manterrà il nome di Baxter e avrà un fatturato di circa $9 miliardi annui. Vi rimarranno anche i farmaci anestetici e quelle endovena per la terapia dei pazienti in dialisi.

All’interno della nuova società che manterrà il nome Baxter ci saranno anche i farmaci e i servizi della società Gambro, acquisita per $4 miliardi da Baxter nel dicembre del 2012 e specializzata nella cura dei pazienti con insufficienza renale cronica. La futura Baxter gestirà business a minor margine ma anche a minor rischio e sarà dunque una società più stabile quella biofarmaceutica. Baxtalto, al contrario, avrà maggiori rischi, soprattutto per la forte competizione nel settore dell’emofilia, ma anche maggiori opportunità di crescita.

''La denominazione di Baxalta è l'ultima pietra miliare nel nostro cammino per diventare una società indipendente separata, '' ha detto Ludwig Hantson, Ph.D., presidente di Baxter BioScience, che sarà chief executive officer di Baxalta. '' Il nome Baxalta celebra e sostiene il patrimonio di Baxter come un innovatore. Il nome Baxter è accoppiato con 'alta', che deriva da Altus, nome latino che significa 'alto' o 'profondo'. Entrambe le società condividono un profondo impegno a soddisfare le esigenze dei pazienti attuali e futuri, che continueranno a ispirare noi andare avanti. ''