Baxter si rafforza in oncologia e compra da SigmaTau i diritti di due farmaci oncologici, il più importante dei quali è Oncospar indicato per la leucemia linfoblastica acuta. Complessivamente per i due  farmaci l’esborso di Baxter sarà di $900 milioni.

Questo farmaco giocherà un ruolo importante nella nuova azienda che presto nascerà come spin off di Baxter e che prenderà il nome di Baxalta. Qui confluiranno le attuali attività di Baxter in oncologia e in emofilia.

Oncaspar, informa l'azienda con una nota, è un farmaco biologico di prima linea indicato come componente di schemi polichemioterapici per la cura della Leucemia linfoblastica acuta, un tumore delle cellule linfatiche, che nei paesi industrializzati corrisponde a circa il 30% di tutti i tumori diagnosticati nei bambini al di sotto dei 15 anni di età. Approvato in Usa Germania e Polonia, attualmente Oncospar registra vendite annue per 100 milioni di dollari. L’accordo si  dovrebbe concludere entro il terzo trimestre del 2015.

Al closing dell'operazione Sigma Tau e Baxter sigleranno anche un accordo di produzione secondo il quale Sigma Tau continuerà a produrre il farmaco Oncaspar presso lo stabilimento di Indianapolis per molti anni.

Dell'accordo fa parte anche la molecola EZN-2285 (calaspargase pegol), attualmente in fase di sviluppo, che potrebbe incrementare la stabilità e una possibile riduzione della frequenza di dosaggio.

"Siamo molto soddisfatti dell'accordo che riconosce al nostro Gruppo, che oggi agisce come societa' d'investimento nel settore farmaceutico, l'expertise e il know how per lo sviluppo di farmaci nel settore delle patologie rare. E' un'area dove abbiamo una riconosciuta leadership e in cui Sigma Tau Finanziaria continuera' ad investire per cogliere opportunita' in indicazioni terapeutiche affini ai prodotti in portafoglio", ha commentato il presidente Mario Artali. Sigma Tau Finanziaria Spa e' stata assistita da Four Partners Advisory SIM SpA in qualita' di financial advisor e da Gianni, Origoni, Grippo, Cappelli & Partners e Thompson Hine come consulenti legali.

Indicato per la cura della Leucemia linfoblastica acuta, Oncaspar è uno degli “orphan drugs” che il gruppo Sigma-Tau ha acquisito dalla statunitense Enzon Pharmaceutical nel novembre 2009.
A marzo Alfa Wessermann e Sigma-Tau hanno siglato un accordo di aggregazione che prevede la costituzione di una nuova società da 900 milioni di fatturato in cui confluiranno le attività farmaceutiche dei due gruppi escluso il business delle malattie rare, alcune partecipazioni finanziarie in aziende del settore pharma e malattie rare internazionali che rimarranno in capo alla famiglia Cavazza.
La famiglia Golinelli (Alfa Wasserman) avrà il 75% della newco; alcuni componenti della famiglia Cavazza avranno una quota del 20% e Intesa Sanpaolo, già azionista di Sigma-Tau, manterrà l'attuale quota del 5%.