Bayer ha perso la copertura brevettuale europea per la pillola contraccettiva Yasmin, il secondo farmaco più venduto dell’azienda tedesca, dopo l’anti sclerosi multipla Betaseron.  Hexal, la filiale di Novartis attiva nei generici, ha infatti vinto un ricorso in appello presentato allo European Patent Office contro Bayer riguardante i brevetti della pillola contraccettiva Yasmin. La decisione ha effetto immediato.

L'autorità europea ha così revocato una decisione del 2006 che aveva dato ragione a Bayer e contro la quale Hexal aveva inoltrato ricorso. Il colosso di Leverkusen ha reso noto, comunque, che prima di decidere i prossimi passi intende esaminare approfonditamente la motivazione della camera di ricorso. Lo scorso anno Bayer aveva già subito una sconfitta negli Stati Uniti contro Sandoz, filiale della Novartis specializzata nei generici, sempre per quanto riguarda i brevetti della pillola Yasmin.

Lo scorso anno le vendite della pillola Yasmin erano state pari a di 1,1 miliardi di euro, in calo del 15,8% sull’anno precedente proprio per la perdita della copertura brevettuale in Usa.