Bayer taglia 12mila posti di lavoro a livello mondiale

L'acquisizione di Monsanto presenta il conto. Bayer ha annunciato la vendita di alcune aree di business, tagli di posti di lavoro che colpiranno il 10% del personale, cioè circa 12mila posti di lavoro, e 3,3 miliardi di euro in svalutazioni di asset.

L’acquisizione di Monsanto presenta il conto. Bayer ha annunciato la vendita di alcune aree di business, tagli di posti di lavoro che colpiranno il 10% del personale, cioè circa 12mila posti di lavoro, e 3,3 miliardi di euro in svalutazioni di asset.

Nell'ambito di un programma di riduzione dei costi legato all'acquisizione dell’americana Monsanto per la cifra di $63 miliardi, il colosso tedesco iniziridurrà la forza lavoro di circa 1250 posizioni concentrate nella sua divisione farmaceutica. Questa riorganizzazione fa parte di un più ampio piano di riduzione del personale che entro la fine del 2021 dovrebbe portare alla perdita di circa 12mila posti di lavoro a livello globale, su un totale di 118.200 dipendenti.

Il presidente dell'azienda Werner Baumann ha dichiarato che «questi cambiamenti sono necessari e gettano le basi per migliorare le prestazioni e l'agilità dell’azienda», aggiungendo che «con queste misure, miriamo a sfruttare appieno il potenziale di crescita per le nostre imprese». Ha tuttavia osservato «siamo consapevoli della gravità di queste decisioni per i nostri dipendenti e, come in passato, implementeremo le misure pianificate in modo equo e responsabile».

Baumann è sotto pressione per aumentare il valore delle azioni della compagnia farmaceutica tedesca che quest’anno hanno accusato un calo di oltre il 35 percento, una contrazione cui ha fortemente contribuito la preoccupazione per le oltre 9.000 cause legali per un presunto effetto cancerogeno dell’erbicida Roundup di Monsanto.

Riduzione dei posti di lavoro
Secondo quanto anticipato da Bayer, saranno tagliati circa 900 posizioni nella ricerca e sviluppo del business farmaceutico, mentre circa 350 saranno eliminate a seguito della decisione di non utilizzare un impianto costruito a Wuppertal, in Germania, per la produzione del fattore VIII per il trattamento dell’emofilia. La società ha spiegato che all'interno del business dell'emofilia il lancio di nuovi farmaci ha portato a un significativo aumento della concorrenza e, per restare competitiva, concentrerà a Berkeley, negli Stati Uniti tutta la produzione del fattore VIII ricombinante.

Insieme ai tagli alla divisione farmaceutica, circa 1100 posti di lavoro rientreranno nella riorganizzazione della Consumer Health, insieme ad altre 4100 posizioni nel settore delle scienze delle colture a seguito dell'integrazione di Monsanto. Bayer ha aggiunto che saranno eliminati altri 5500 - 6000 posti di lavoro nelle funzioni aziendali, funzioni di supporto, servizi alle imprese e piattaforme nazionali. La società ha indicato che "un numero significativo" dei tagli interesserà il personale in Germania.

In vista anche a cessione di alcune attività
Il gruppo sta valutando varie opzioni strategiche per le linee di prodotti Coppertone per la protezione solare e Dr. Scholl per la cura del piede, tra i principali marchi della divisione Consumer Health acquistata dai MSD nel 2014 per $ 14 miliardi.

Bayer uscirà dal business della veterinaria per concentrarsi sulle sue aree principali di prodotti farmaceutici, Consumer Health e scienze delle colture. La divisione veterinaria, il numero cinque del settore, secondo gli analisti se dismessa potrebbe raggiungere un valore 6-7 miliardi di euro.