La società farmaceutica tedesca Boehringer Ingelheim ha reso noto di aver deciso una riorganizzazione aziendale che prevede l’eliminazione di 600 posti di lavoro nelle filiali e negli stabilimenti situati in Germania.

Le ragioni della ristrutturazione, spiega l’azienda risiedono nelle riduzioni sui budget di spesa da parte degli Usa e in un sistema di rimborso dei farmaci più selettivo attuato in Germania. Con questi interventi, la società che è a carattere famigliare, intende ridurre i costi di circa 450 milioni di euro.

Complessivamente, Boehringer Ingelheim  occupa 47.500 persone delle quali 14mila in Germania.