Business

Bristol-Myers Squibb acquisirà la biotech ZymoGenetics

Matrimonio in vista tra Bristol-Myers Squibb e la biotech americana ZymoGenetics. Il colosso farmaceutico comprerà ZymoGenetics a un prezzo di $9.75 ad azione in cash che rappresenta un premium dell'84% rispetto alla chiusura di ieri. L'importo netto in cash sarà di 735 mln di dollari, mentre il valore complessivo dell'operazione ammonterà a 885 mln. L'acquisto, che ha già avuto il via libera dai due consigli di amministrazione, dovrebbe concludersi entro un mese.

Novo Nordisk, che detiene il 26% delle azioni di ZymoGenetics si è detta favorevole a venderle a Bristol-Myers Squibb alla luce di un'offerta giudicata conveniente.

Con questa operazione, BMS otterrà la proprietà piena dell'interferone lambda, un promettente farmaco biologico che ZymoGenetics e BMS stanno sviluppando in collaborazione dal gennaio dello scorso anno e che ora si trova in fase IIb. Se approvato, questo farmaco potrebbe dare un contributo importante alla crescita di BMS. Un obiettivo chiave, anche in vista della scadenza del brevetto del best-seller clopidogrel (Plavix) nel 2010, che eroderà in modo sostanziale i profitti della multinazionale.

In aggiunta, BMS acquisirà i diritti su Recothrom, un prodotto approvato dall'Fda come emostatico topico per ridurre il sanguinamento durante gli interventi chirurgici, e sull'IL-21, una citochina attualmente in fase II come possibile immunoterapia del melanoma metastatico. Nel secondo trimestre 2010 Recothrom ha fatto registrare vendite per 11,9$ di dollari.

ZymoGenetics sta sviluppando farmaci anche contro l'artrosi, la trombosi, la sclerosi multipla e malattie infiammatorie come la dermatite atopica. Grazie all'accordo, BMS avrà accesso ad altri sei potenziali farmaci biologici ancora in fase iniziale di sviluppo e potrà ottenere il pagamento di royalties legate ad altri sei programmi di sviluppo clinico, per i quali ZymoGenetics ha accordi di licenza con Merck KGaA e Novo Nordisk.

I titoli della piccola biotech, con sede a Seattle, si sono impennati martedì notte, in seguito all'annuncio dell'ok all'acquisizione. In tarda serata le azioni sono state sospese dalle autorità di controllo del Nasdaq per eccesso di rialzo a 9,75$, pari a un +84% rispetto al prezzo di apertura.

SEZIONE DOWNLOAD