Bristol-Myers Squibb ha siglato un accordo con la biotech  danese Galecto Biotech che le consente di acquisire l’azienda a certe condizioni e di fare suo il TD139, un farmaco sperimentale in studio per la fibrosi polmonare idiopatica. L’affare, se portato a termine, potrebbe valere fino a $444 milioni di dollari.

Bristol- Myers Squibb potrà esercitare l'opzione per l'acquisto di Galecto in qualsiasi momento dopo l'esecuzione della transazione, ma entro e non oltre 60 giorni dal completamento dello studio di Fase Ib per TD139.

La nuova terapia anti fibrosi sviluppata da Galecto ha come bersaglio una lectina, la galectina-3 che ha un ruolo nella fibrosi cardiaca (è aumentata nel 30% dei pz con insufficienza cardiaca. Il topo KO per la galectina-3 è protetto per la fibrosi epatica e renale. L’uso di inibitori di galectina-3, come TD139 e altri, riduce la fibrosi polmonare in un modello animale di tale patologia. 

La galectina-3 sembra interferire con i recettori della citochina TGFβ, che è una potente induttore della fibrosi polmonare. Ma la sua soppressione potrebbe comportare effetti indesiderati anche perché è possibile che svolga anche un ruolo oncosoppressorio.  Nonostante dubbi sulla tossicità è probabile e auspicabile che TD139 entri presto nella sperimentazione clinica.

Le due società hanno concordato studi preclinici e un piano di sviluppo di Fase I per TD139 che che sarà eseguito da Galecto durante il periodo di opzione. Galecto ha indicato che avvierà studi clinici nei primi mesi del 2015.

Francesco Cuss , direttore scientifico presso Bristol - Myers Squibb , ha osservato che lo sviluppo di " farmaci che arrestano o rallentano la progressione delle malattie fibrotiche è una parte fondamentale della nostra strategia di ricerca e sviluppo per costruire una pipeline sostenibile . " Cuss aggiunto " TD139 fornisce a Bristol- Myers Squibb la possibilità di far avanzare il programma di sviluppo della fibrosi con un composto promettente che ha il potenziale di modulare molteplici vie della malattia . "

La pipeline d i BMS per la fibrosi polmonare comprende anche  BMS - 986020, un antagonista del recettore dell’acido lisofosfatidioc 1, che è in fase iniziale di sviluppo.