Celgene e OncoMed Pharmaceuticals hanno reso noto di aver siglato un accordo del valore massimo di $3,3 miliardi per lo sviluppo e la commercializzazione di sei nuovi candidati farmaci oncologici, incluso demcizumab farmaco promettente e  già in fase II. Alla notizia le azioni di OncoiMed sono balzate in alto del 71%.

L’accordo prevede che Celgene, a livello mondiale la quarta biotech per fatturato, riconosca a OncoMed un pagamento immediato di $177,25 milioni, comprensivi di un investimento azionario per un importo di $22,25 milioni e altre somme che verranno riconosciute a OncoMed al superamento di milestones cliniche e commerciali.

Noto anche con la sigla OMP-21M18, demcizumab  è un anticorpo monoclonale ottimizzato per bloccare una via di segnalazione chiave in cellule staminali tumorali perché colpisce  selettivamente il Delta-like ligand 4 (DLL4) un attivatore di Notch, che è una via conosciuta per essere importante in cellule staminali cancerose.

Il blocco della DLL4 si traduce in ampio spettro di attività antitumorale tramite diversi meccanismi, tra questi il blocco dell’angiogenesi, l’inibizione delle cellule staminali del cancro e la promozione della differenziazione cellulare. OMP-21M18 ha dimostrato l'attività come agente singolo in uno studio di Fase 1 in pazienti con tumori solidi pesantemente pretrattati, ed è attualmente valutato in studi di combinazione di fase Ib con chemioterapia standard nei tumori del polmone non a piccole cellule e del pancreas avanzato.