La società farmaceutica americana Cephalon ha annunciato di aver intenzione di fare un'offerta di acquisto per l'australiana Arana Therapeutics,  una biotech specializzata nella ricerca di farmaci per le malattie infiammatorie e i tumori. Il valore complessivo della transazione è di 207 milioni di dollari, con un premium price del 70% sulle recenti quotazioni di Arana. L'offerta ha il benestare del board di Arana che ha raccomandato agli azionisti di accettarla.
Qualora Cephalon ottenga il 90% delle azioni di Arana, aumenterà l'offerta di un altro 5%.

L'esborso sarà finanziato con le riserve di cassa di Cephalon. Cephalon è già in possesso del 19,9% del capitale di Arana
Il farmaco più promettente della pipeline di Arana, noto con la sigla ART621, è un anti TNF alfa di nuova generazione.
Cephalon si sta focalizzando nelle patologie infiammatorie. Recentemente ha acquisito da ImmuPharma i diritti per Lupuzor, un candidato farmaco sviluppato per il LES.

Lo scorso mese di gennaio ha annunciato di avere un'opzione per acquisire  Ception Therapeutics, una biotech che sta sviluppando l'anticorpo monoclonale reslizumab, che potrebbe trovare indicazione nella esofagite eosinofila pediatrica.