Alla fine Charles River Laboratories si è tirata indietro e ha deciso di non concludere l'acquisizione di  WuXi PharmaTech annunciata circa 3 mesi fa. Gli azionisti di Charles River si erano infatti opposti all'acquisizione della biotech di Shanghai che avrebbe creato una CRO in grado di fornire servizi completi, unendo l'esperienza nella chimica fine maturata da WuXi con quella sui prodotti biologici di Charles River. L'accordo da 1,6 miliardi di dollari è quindi saltato e Charles River dovrà sborsare una penale di 30 milioni di dollari.

WuXi è stata fondata 10 anni fa, ha circa 4mila dipendenti  e lo scorso anno ha generato un fatturato di 270 milioni di dollari. E' specializzata nella produzione dei cosiddetti API (active pharmaceutical ingredient), in pratica i principi attivi dei farmaci.

Fondata nel 1947, Charles River è la più grande società al mondo per la fornitura ai laboratori di ricerca di animali da esperimento. Oltre a questa attività, l'azienda fornisce servizi di varia natura a società farmaceutiche e biotech. Ha 8.500 dipendenti e nel 2008 ha generato un fatturato di 1,34 miliardi di dollari.
La società è stata oggetto di diverse controversie con gli animalisti di tutto il mondo.