Già ne possiede il 60% acquisito nel 2011 con un esborso inziale di 70 milioni di dollari. Adesso Chiesi Farmaceutici vorrebbe portarsi a casa il restante 40% dell’americana Cornerstone Therapeutics al fine averne il totale controllo.

Chiesi avrebbe offerto di pagare un prezzo di  $6,40-$6,70 dollari per azione che rappresentano un premium price del 20%-25% sulla chiusura di borsa del 15 febbraio e del 24%-30% rispetto al valore medio degli ultimi 60 giorni. Tale offerta valuterebbe l’intera Cornerstone circa $177 milioni. L’azienda fa sapere di avere la necessaria liquidità per effettuare un’acquisizione in cash.

Cornerstone Therapeutics è una società farmaceutica statunitense con sede a Cary (North Carolina) specializzata nell'acquisizione, lo sviluppo e la commercializzazione di farmaci da prescrizione per l'area terapeutica respiratoria. 


Grazie all'accordo, Chiesi ha potuto avviare una propria presenza commerciale nel mercato Usa dove finora l'azienda italiana era presente con un'unità di ricerca clinica basata a Rockville (Maryland). Il farmaco più importante di Cornestone è Curosurf, un  surfattante naturale ottenuto da polmoni suini contenente quasi esclusivamente fosfolipidi indicato per il trattamento dei neonati pre-termine con Sindrome di Distress Respiratorio (RDS) e la profilassi dei neonati pre-termine a rischio di RDS.

Recentemente Cornestone aveva acquisito i diritti di Chesi per quanto concerne Bethkis (Tobramycin Inhalation Solution) indicato per i pazienti con fibrosi cistica e infezione da Pseudomonas aeruginosa. Il farmaco è stato approvato dall’Fda nell’ottobre del 2012