"Siamo estremamente soddisfatti del risultato raggiunto. In una fase così strategica per il nostro sviluppo, abbiamo lavorato per accelerare il più possibile il processo e ora, a poco più di 2 mesi e mezzo dall'acquisizione di ratiopharm, possiamo dire di essere già operativi con la nuova realtà". E' il commento di Giorgio Foresti, amministratore delegato di Teva Italia, nell'annunciare ufficialmente il completamento del processo di integrazione che ha interessato le filiali di Teva e ratiopharm nel nostro Paese.

Teva Italia conta oggi circa 300 dipendenti, una nuova organizzazione aziendale, una forza vendite e un listino prodotti completamente integrati.
"Un secondo aspetto di cui siamo orgogliosi - continua l'Amministratore Delegato - è il fatto di essere riusciti a gestire una situazione così delicata senza creare esuberi, mediante la cessione a Pharmentis diun ramo d'azienda, che include circa 80 dipendenti e un listino di farmaci OTC, integratori e prodotti a marchio, con un importante fatturato. In futuro, contiamo di trasferire a Pharmentis ulteriori prodotti che, per varie ragioni, non fossero gestibili nell'ambito delle strategie di Teva Italia".

L'operazione è stata possibile grazie alla volontà della multinazionale israeliana, resasi disponibile a trovare una soluzione in grado di consentire a tutti i dipendenti italiani di mantenere il posto di lavoro. Ciò ha sicuramente comportato un aggravio di costi ma ha garantito stabilità a livello occupazionale. "In un momento difficile per il settore farmaceutico - spiega Foresti -ci siamo impegnati per salvaguardare l'occupazione, cercando insieme alla nostra Casa Madre una strada alternativa ai tagli di personale, nel rispetto delle professionalità acquisite da ciascun dipendente".

"Integrazione significa cambiamento ma anche nuove sfide e nuove opportunità - conclude Foresti -che ora ci prepariamo ad affrontare e raccogliere con ancora maggiore determinazione. La corretta armonizzazione tra le due filiali italiane rappresentava un fattore cruciale che, attraverso un'opportuna valorizzazione dei rispettivi punti di forza, consentirà a Teva Italia di diventare ancora più competitiva e di offrire ai propri interlocutori (classe medica, farmacisti, ospedali, cittadini) un portafolio di prodotti e servizi ancora più ampio".