L'italiana Cosmo Pharmaceuticals intende acquisire BioXell, società anch'essa italiana.
Cosmo, un gruppo con sede a Lainate (Milano), quotato in Svizzera, come BioXell, propone 7,68 franchi per ogni azione BioXell: un premio del 17% rispetto al corso medio del titolo negli ultimi 60 giorni. Il valore totale dell'operazione è di di 41,3 milioni di franchi.

L'annuncio arriva in un momento di difficoltà per BioXell, nata nel 2002 da uno spin-off del centro ricerche milanese di Roche.
All'inizio del 2009 l'azienda ha dovuto interrompere lo sviluppo del suo candidato farmaco di punta, l'elocalcitolo, in sperimentazione per la vescica iperattiva. Il farmaco era già arrivato in fase IIb. Uno stop che ha portato al licenziamento di 14 dipendenti su 39.

BioXell, con sede a Milano, ha registrato l'anno scorso una perdita netta di 14,8 milioni di euro, in aumento rispetto al deficit dell'anno precedente (13,5 milioni).

Cosmo Pharmaceuticals è nata nel 1997 da uno spin off di Parke Davis società poi acquisita da Pfizer. Lo scorso anno ha fatturato 34 milioni di euro guadagnandone 9,4. E' specializzata in farmaci gastrointestinali e in produzione conto terzi.