Avvicendamento al vertice di GlaxoSmithKline Italia. Daniele Finocchiaro, 45 anni, palermitano, è stato nominato Senior vice president e general manager di GSK Pharmaceuticals Italia e succede a Luc Debruyne, chiamato al ruolo di Responsabile di Area Europa dello stesso Gruppo farmaceutico, che continuerà a mantenere la presidenza di GSK.
Nato a Palermo, 45 anni, due figli, dopo il diploma Finocchiaro si è laureato in Economia internazionale alla Bocconi di Milano e ha successivamente conseguito un master in economia sanitaria all'università di Tor Vergata a Roma. Ha inoltre fatto 12 mesi di esperienza in India per studi sull'assetto economico del Paese presso la J. Nehru University di Nuova Delhi.

Il manager italiano ha ricoperto ruoli di crescente responsabilità in GSK con una parentesi professionale importante in Farmindustria. E’ poi rientrato in azienda nel 2003 a occuparsi di Relazioni istituzionali e Comunicazione fino all’ultimo incarico di Vice president della direzione commerciale primary care & prevention, cui fanno capo tutte le attività riguardanti la medicina di base, le vaccinazioni, il settore respiratorio e l’urologia.

Luc Debruyne, che ora seguirà le attività italiane dal suo nuovo incarico europeo ha definito la nomina: “Una scelta di fiducia, continuità ed innovazione rappresentata da un manager che ha dato un significativo contributo ai numerosi e positivi cambiamenti che GSK Italia ha vissuto in questi ultimi anni”.

Daniele Finocchiaro ha commentato: “Ringrazio per questa fiducia e la condivido con tutti i miei colleghi italiani che ogni giorno si recano al lavoro e cercano di contribuire al buon funzionamento di un sistema sanitario moderno, utile, sostenibile e dalla parte dei pazienti”.