Dompé  ha annunciato di aver raggiunto un accordo definitivo per l'acquisizione del 100% di Anabasis, azienda biotech Italiana specializzata nella ricerca e sviluppo nell'ambito delle patologie oculari.
Anabasis, fondata nel 1999 da un gruppo di ricercatori italiani, fra i primi a condurre studi sull’impiego del Nerve Growth Factor (NGF) – la cui scoperta è valsa il premio Nobel alla professoressa Rita Levi-Montalcini – ha sviluppato una formulazione oftalmica di NGF per gli stadi preclinici e clinici di varie patologie che interessano sia la parte anteriore dell'occhio, come la cheratite neurotrofica e la sindrome dell’occhio secco, sia la parte posteriore, come la retinite pigmentosa e il glaucoma.   

Nel gennaio 2011, Anabasis ha siglato un accordo di licenza e co-sviluppo con Dompé, a seguito del quale Dompé ha acquisito il 49% di Anabasis e i diritti brevettuali relativi all’uso di NGF nel trattamento della cheratite neurotrofica (NK). Alla fine del 2011 Dompé - grazie alla considerevole esperienza nella messa a punto di processi innovativi per la produzione di proteine ricombinanti - è riuscita a sviluppare un processo stabile idoneo alla produzione su scala industriale di NGF ricombinante umano (rhNGF)  presso l'impianto biotecnologico dell'Aquila (Italia), che opera nel rispetto delle norme GMP ed è autorizzato a produrre proteine ricombinate destinate all'uomo.

In base al nuovo accordo, Dompé è diventato azionista unico di Anabasis avendo acquisito il restante 51% delle quote, attraverso un pagamento anticipato e successive rate legate allo sviluppo e alla commercializzazione di NGF per la cura di condizioni patologiche.

“Anabasis rappresenta un'opportunità unica per Dompé, poiché si integra nel più ampio progetto di sviluppo del Gruppo che punta ad espandersi a livello internazionale" ha dichiarato Sergio Dompé, Presidente della Società. "In un contesto in cui cresce sempre più la consapevolezza  delle patologie oftalmiche, si avverte la necessità di nuovi approcci per la loro cura. Questo investimento rappresenta il nostro contributo responsabile per i Pazienti affetti da queste patologie, perché segna un significativo passo avanti rispetto alle soluzioni terapeutiche attualmente disponibili".

“L’acquisizione di Anabasis pone le fondamenta di una nuova area di attività in campo oftalmologico e creerà un nuovo posizionamento strategico per Dompé all'interno di un'area  promettente e in fase di crescita molto dinamica, trainata da esigenze cliniche non ancora soddisfatte e dall’invecchiamento della popolazione",ha aggiunto Eugenio Aringhieri, Amministratore Delegato di Dompé. “Anabasis rappresenta un’eccellente integrazione per l’ulteriore arricchimento della nostra pipeline e rafforza la nostra strategia di penetrazione in segmenti ad alto tassi di crescita all'interno del mercato farmaceutico internazionale, che ci consente di limitare il nostro profilo di rischio focalizzandoci sulle necessità dei pazienti". 

 “E' di straordinaria rilevanza il risultato che i ricercatori fondatori di Anabasis hanno conseguito, dimostrando in ambito clinico che l'NGF ha un potenziale terapeutico per le patologie della parte anteriore e posteriore dell'occhio", ha affermato il dottor Francesco Sinigaglia, Amministratore Delegato di Anabasis. “Siamo ora estremamente lieti di unirci a  Dompé, che fornirà ad Anabasis le risorse e l'expertise necessaria per dimostrare l'efficacia dei prodotti attraverso lo sviluppo clinico regolamentare. Grazie al supporto scientifico continuativo dei fondatori, i Professori Stefano Bonini, Alessandro Lambiase, Paolo Rama e Luigi Aloe, siamo certi di poter contribuire con successo all'introduzione di trattamenti innovativi destinati ai pazienti che rischiano di perdere la vista."

Anabasis è un'azienda biofarmaceutica privata, basata a Milano, specializzata nello sviluppo di terapie innovative per le patologie oftalmiche. Il focus iniziale della Società è sul Nerve Growth Factor (NGF) per il trattamento di patologie che interessano sia la parte anteriore dell'occhio, come la cheratite neurotrofica (NK) e la sindrome dell'occhio secco, e sia la parte posteriore dell'occhio come il glaucoma. Mentre l'NK è considerata una malattia rara,  il glaucoma rappresenta una delle maggiori opportunità di mercato in campo oftalmologico. Queste patologie possono condurre a gravi perdite della vista, se non a completa cecità. Nel gennaio 2011, Dompé è diventata principale azionista di Anabasis acquisendo il 49% delle sue azioni. In seguito, Dompé ha acquisito i diritti mondiali per lo sviluppo e la commercializzazione dell'NGF per la cura dell'NK.