Alcune multinazionali, tra cui Pfizer Bayer e GSK, al fine di salvaguardare la salute pubblica del paese centro americano, hanno accettato la decisione dell'Equador di produrre localmente circa 2.200 farmaci ancora coperti da brevetto senza riconoscere le royalties alle aziende.

Pochi giorni fa il Governo socialista guidato dal Presidente  Rafael Correa aveva deciso di emettere una compulsory license per 2.214  farmaci per dare la possibilità a laboratori locali di produrli senza versare i diritti alle aziende che detengono i brevetti oppure acquistandoli all'estero a prezzi scontati.

Le multinazionali controllano circa l'82% del mercato farmaceutico dell''Equador che vale circa 720 milioni di dollari (dati IMS).
In una licenza obbligatoria (in inglese "compulsory license"), un governo forza i possessori di un brevetto, un copyright o altri diritti di esclusiva a concedere l'uso gratuito per lo Stato od altri soggetti.