Il ministro irlandese del lavoro, innovazione e imprese, Richard Bruton, ha annunciato che Eli Lilly ha deciso di investire 330 milioni di euro per ampliare la propria sede produttiva di Kinsale, una cittadina situata nella contea di Cork, in Irlanda. 

L’insediamento, che porterà alla creazione di 200 nuovi posti di lavoro, permetterà di creare un nuovo stabilimento per la  produzione di farmaci biotech, un’area nella quale l’azienda crede molto per il proprio sviluppo futuro.

Questo nuovo impianto occuperà quasi 90mila metri quadri e si aggiungerà a quello già esistente nel quale vengono prodotti i principi attivi di pemetrexed, raloxifene e olanzepina.

La costruzione della sede produttiva di Kinsale era iniziata nel 1981 2006 con un investimento iniziale di 300 milioni di euro. Il primo impianto per la produzione di farmaci biotech stato aperto nel 2010.

Lilly è presente in Irlanda da oltre 30 anni e in questo Paese impiega circa 700 persone, distribuite su quattro sedi:  Kinsale, Cork City, Sligo e Dublin. I dipendenti sono impiegati nella produzione di principi attivi farmaceutici, prodotti biofarmaceutica, vaccini per uso animale e servizi finanziari e di supporto marketing e alle vendite che vengono utilizzati dalle altre filiali europee.