Janssen Research & Development Unit, parte del gruppo Johnson & Johnson, ha annunciato di aver finalizzato l'acquisto da GlaxoSmithKline di tutti i diritti per sviluppare e commercializzare il farmaco sperimentale anti epatite C noto con la sigla GSK2336805. Il valore economico della transazione non è stato reso noto.

GSK2336805 è un inibitore che agisce sulla proteina NS5A del complesso proteico della polimerasi virale.

"Siamo entusiasti di aggiungere GSK2336805 al nostro portafoglio di farmaci antivirali ad azione diretta ", ha detto Gaston Picchio , Area Leader Epatite di Janssen. "Questa aggiunta farà ampliare il nostro programma di sviluppo clinico , mentre continuiamo a cercare nuove combinazioni di trattamento senza interferone" ha commentato Picchio.

Janssen ha indicato che prevede di avviare gli studi di fase II che utilizzano la combinazione  di GSK2336805 con simeprevir e TMC647055.

Simeprevir (TMC435) è un potente inibitore della proteasi HCV NS3/4A, attivo in monosomministrazione giornaliera e in fase di sviluppo clinico di fase III per il trattamento dell'epatite C cronica. Sviluppato congiuntamente da Janssen e Medivir, TMC647055e è un potente NNI (inibitore non nucleosidico) della polimerasi di HCV NS5B.

I farmaci verranno testati in pazienti adulti con epatite cronica da HCV e malattia epatica compensata.

Janssen sta sviluppando congiuntamente il NS3/4A inibitore della proteasi simeprevir con Medivir . Il farmaco è stato approvato in Giappone nel mese di settembre per il trattamento di genotipo 1 HCV cronica in adulti con malattia epatica compensata , mentre le richieste di autorizzazione per la terapia negli Stati Uniti e in Europa restano sotto esame.