Farmaci antisenso, Roche sigla affare da $1 mld per sviluppare terapie orali

Roche ha stipulato un accordo per utilizzare la piattaforma "milk exosomes" della biotech PureTech Health, una tecnologia basata su esosomi derivati dal latte, per la somministrazione orale dei suoi oligonucleotidi antisenso.

Roche ha stipulato un accordo per utilizzare la piattaforma “milk exosomes” della biotech PureTech Health, una tecnologia basata su esosomi derivati dal latte, per la somministrazione orale dei suoi oligonucleotidi antisenso.

Per oligonucleotide antisenso si intende un breve frammento di DNA, che contiene la sequenza nucleotidica complementare del filamento di DNA codificante (senso) o di RNA messaggero (mRNA). Perciò l’antisenso, grazie a questa sua “specularità” rispetto al DNA senso, si appaia ad esso o all’mRNA, annullandone l’attività biologica.

Pure Tech riceverà in anticipo $ 36 mln per sostenere le prime fasi della ricerca, che potranno arrivare potenzialmente a 1 miliardo di dollari, legati a traguardi di sviluppo e royalties sulle vendite di un numero imprecisato di prodotti.

La tecnologia a base di esosomi del latte è progettata per facilitare la somministrazione orale di carichi utili complessi, come acidi nucleici, peptidi e piccole molecole. PureTech ha affermato che «si ritiene che gli esosomi circolino attraverso la circolazione linfatica e che potrebbero potenzialmente consentire nuovi modi per raggiungere le cellule immunitarie bersaglio».

Gli esosomi sono progettati per incapsulare i farmaci e proteggerli dall'ambiente gastrointestinale, consentendo in tal modo il trasporto per via orale di molecole biodisponibili solo tramite altre vie di somministrazione. Altri ricercatori hanno esplorato l'uso degli esosomi a questo scopo, ma PureTech ritiene che il suo sistema sia più stabile rispetto ai potenziali concorrenti.

Commentando l'accordo, il CEO di PureTech, Daphne Zohar, ha osservato che «le competenze di Roche e le sue risorse saranno importanti per aiutarci a risolvere una delle maggiori sfide dello sviluppo terapeutico basato sugli oligonucleotidi, cioè la loro somministrazione per via orale».

Cresce l’interesse intorno alla terapia genica
L'interesse di delle grandi farmaceutiche per le terapie di regolazione genica è aumentato negli ultimi anni, grazie anche al successo di terapie come il patisiran di Alnylam Pharmaceuticals, per il trattamento della amiloidosi hATTR.

Ne è un esempio la giapponese Takeda, che ha stipulato all’inizio dell’anno un accordo da oltre $ 2 miliardi potenziali con Wave Life Sciences per le sue terapie per i disturbi del sistema nervoso centrale basate sugli acidi nucleici.

Roche ha acquisito nel 2014 Santaris Pharma e la sua piattaforma sugli acidi nucleici con un esborso di $ 250 mln in anticipo, e lo scorso novembre la licenza di un farmaco antisenso IONIS-HTTRx di Ionis Pharmaceuticals per la malattia di Huntington. Nella sua pipeline ha anche un vaccino contro il cancro basato sull’RNA messaggero.

Il problema che sta affrontando la gran parte degli sviluppatori è la difficoltà nel trovare vie alternative all’iniezione per la somministrazione di queste terapie, che spesso sono destinate a un tessuto specifico e devono evitare la degradazione ad opera del tratto digerente. Inoltre i pazienti non sempre gradiscono le iniezioni.

La realizzazione di una terapia con somministrazione orale favorirebbe la compliance del paziente e costituirebbe un vantaggio competitivo sulla concorrenza.

La tecnologia “Milk Exosomes” di PureTech
Gli esosomi di latte rappresentano un'opportunità per risolvere finalmente la sfida rappresentata dalla biodisponibilità orale di macromolecole e piccole molecole complesse. Gli esosomi, che contengono miscele di lipidi, proteine e acidi nucleici, svolgono un ruolo fisiologico critico nella comunicazione intercellulare e nel trasporto di macromolecole tra cellule e tessuti.

Gli esosomi derivati dai mammiferi sono potenziali veicoli per la somministrazione di farmaci, specialmente acidi nucleici, poiché la loro composizione naturale dovrebbe renderli più tollerabili dei polimeri sintetici attualmente in uso.

Purtroppo, data la loro mancanza di stabilità in condizioni fisiologiche difficili associate al transito attraverso lo stomaco e l'intestino tenue, si sono spesso rivelati dei veicoli non idonei alla somministrazione orale di farmaci. Invece gli esosomi derivati dal latte, alla base della tecnologia sviluppata da PureTech, si sono evoluti in modo naturale e specifico per consentire il trasporto orale di molecole biologiche complesse.

PureTech Health
E’ una compagnia biofarmaceutica statunitense con sede a Boston, che ha portato avanti progetti di ricerca e sviluppo per nuovi trattamenti basati sull’interconnessione e la biologia dell’asse Brain-Immune-Gut (BIG), incentrati soprattutto sulla circolazione delle cellule immunitarie e linfatiche per modulare l'immunità in modo tessuto-specifico. Di questi programmi si occuperà una divisione separata chiamata Ariya, con l’obiettivo di sviluppare terapie mirate per patologie come il cancro e i disordini autoimmuni e neuroimmuni.

La divisione interna, che include la tecnologia exosome, ha generato dati pre-clinici convincenti e si è garantita la proprietà intellettuale chiave per i suoi programmi sulle cellule linfatiche e immunitarie.