Farmaci, distributori preparatevi, potrebbe arrivare Amazon

Alcune fonti suggeriscono che Amazon starebbe prendendo in considerazione di entrare nel business farmaceutico. Negli Stati Uniti, l'azienda giÓ vende forniture e attrezzature mediche ed ora sta assumendo manager esperti del settore per avventurarsi nel segmento della farmacia.

Alcune fonti suggeriscono che Amazon starebbe prendendo in considerazione di entrare nel business farmaceutico. Negli Stati Uniti, l'azienda già vende forniture e attrezzature mediche ed ora sta assumendo manager esperti del settore per avventurarsi nel segmento della farmacia. Probabilmente, in una prima fase i nuovi entrati si occuyperebbero dei piani per il rimborso dei farmaci dei dipendenti della società per poi espandere le attività una volta che il sistema fosse rodato.

Queste notizie arrivano pochi mesi dopo che Wal-Mart ha aggiornato la propria applicazione mobile per rendere più facile ai propri clienti di ordinare medicine da prescrizione e prelevarle dai negozi. La spesa sanitaria negli Stati Uniti dovrebbe aumentare del 5,8% ogni anno entro il 2024, poiché la copertura assicurativa migliora, la popolazione continua ad invecchiare e l'economia migliora.

La sanità è un settore che vale di 3mila miliardi di dollari, e per Amazon il settore famaceutico potrebbe essere un mercato di milioni di dollari. Mentre CVS e Walgreens dispongono di una grande quota della distribuzione dei farmaci in Usa, la praticità e la convenienza offerta da una società di commercio elettronico potrebbe attirare molti clienti. Wal-Mart sta cercando di offrire una convenienza simile ad Amazon attraverso la sua applicazione mobile, il settore potrebbe non essere una navigazione semplice per Amazon vista la forza dei competitor.

Diversi analisti ritengono che scompaginare il mercato della farmacia potrebbe non essere facile per Amazon, almeno nel breve termine, dato che la parte più vecchia della popolazione –che è quella che consuma più farmaci- preferisce ancora acquistare i farmaci da un negozio al dettaglio piuttosto che riceverli via posta dopo averli ordinati sul web.

Inoltre, potrebbe essere difficile per Amazon ottenere sconti più alti sui farmaci rispetto ai player esistenti. Tuttavia, date le risorse di Amazon, società con una capitalizzazione di a $465 miliardi, l'azienda potrà vendere i suoi farmaci in modo competitivo, trattando direttamente con i produttori e negoziando forti sconti. Questo dovrebbe dare un vantaggio rispetto agli altri giocatori e aiutare l'azienda a ritagliarsi una quota del mercato.

La comodità di ordinare i farmaci tramite un account Amazon dovrebbe anche attirare i membri del programma Amazon Prime che conta su 66 milioni di utenti, e aiutare l'azienda a partire da una forte base di utenti.

Secondo Stephen Buck, co-fondatore di GoodRx, un servizio per i consumatori di farmaci a prezzo ridotto, Amazon potrebbe infine prendersi una fetta di mercato farmaceutico del valore da $ 25 a $ 50 miliardi. In totale il mercato farmaceutico Usa vale 300 miliardi di dollari l’anno. 

Questa stima farebbe di questo settore uno di quelli più importanti di Amazon, costituendo il 14% delle entrate totali  (170 miliardi di dollari nel 2017).

Crediamo che il mercato farmaceutico possieda un forte potenziale per Amazon. Sebbene il settore sia molto competitivo e Amazon non dovrebbe essere in grado di scardinarlo come ha fatto in altri settori (DVD, libri), l’azienda Usa potrà ugualmente ritagliarsi una quota significativa, portando nel lungo termine ricavi significativi.

Steve Kraus, investitore della società Bessemer Venture Partners, mette tutto questo nel contesto. Egli afferma: "L'azienda potrebbe strisciare, camminare e poi correre ... e non si limiterà a una parte della catena. Invece, Amazon potrebbe lavorare direttamente con i produttori, diventare un distributore come McKesson, assumere il ruolo di “pharmacy benefits manager” negoziando sconti e vendendo i farmaci direttamente ai pazienti come farmacia autorizzata ".

Kraus ritiene anche che Amazon potrebbe ottenere prezzi più competitivi sui farmaci se riuscisse a consegnare più velocemente i farmaci richiesti aumentando le probabilità di aderenza alla terapia. "In stile Amazon, l’azienda vuole possedere la mente e il portafoglio del consumatore", aggiunge Kraus.

Questo è ciò che Amazon fa e fa così bene. Fa una promessa ai consumatori e continua a soddisfare e superare quella promessa. Nell'analisi di Brand Relevance Index, Amazon viene classificata secondo solo a Apple come marchio più rilevante negli Stati Uniti. Importante, ha classificato il numero uno sugli attributi di rilevanza critica come "incontra un'importante necessità nella mia vita", "rende la mia vita più facile" "È un marchio di cui so che posso dipendere" e "è un marchio di fiducia". Qualsiasi brand di cui i consumatori dicono queste cose è uno che dovrebbe mettere in allerta l'intera industria farmaceutica.