Le azioni di MAP Pharmaceuticals sono scese del 16% alla notizia che AstraZeneca ha deciso di ritirasi dalla collaborazione per lo sviluppo di una formulazione pediatrica dell'antiasma budesonide.
La notizia non giunge inaspettata. Lo scorso mese di febbraio il farmaco non aveva raggiunto l'end point in uno studio su pazienti pediatrici.
Lo scorso dicembre AZ aveva pagato 40 milioni in cash e si era impegnata a spenderne altri 35 milioni al completamento della fase II, 240 per le altre tappe regolatorie e 585 come percentuale sulle vendite.

Brutto colpo per TAP che però ha altri nuovi farmaci su cui puntare. Come Levadex, nuovo antiemicrania per inalazione orale, basato su una nuova formulazione di diidroergotamina
MAP ha in  cassa solo 67 milioni di dollari e ne "brucia" 16 a trimestre per le spese correnti. Ha dunque necessità di trovare rapidamente un partner per la commercializzazione del farmaco, in grado di iniettare liquidità in azienda.