La società farmaceutica americana Forest Laboratories ha annunciato di avere raggiunto un accordo per acquisire Aptalis per una cifra pari a 2,9 miliardi di dollari in contranti dalla società di private equity TPG. Il closing dell'operazione è atteso nella prima metà dell'anno, una volta ottenuto il via libera da parte delle autorità competenti.

Aptalis è un’azienda con sede negli Stati Uniti, con circa 1000 dipendenti tra Usa, Canada ed Europa, focalizzata nello sviluppo di farmaci per la cura delle malattie gastrointestinali e della fibrosi cistica.
Aptalis ha generato un fatturato di 688 milioni di dollari nei 12 mesi precedenti al settembre scorso attraverso le vendite dei suoi tre farmaci di punta: mesalamina (Canasa), sucralfato (Carafate) e pancrealipasi (Zenpep), che insieme rappresentano circa il 60% delle entrate dell’azienda.

Brent Saunders, presidente e CEO di Forest Lab, ha affermato che l’acquisizione di Aptalis rappresenta un’azione strategica per la società in quanto la sua società possiede farmaci per aree terapeutiche a lei complementari, quali le malattie gastrointestinali, negli Stati Uniti e in Canada e la fibrosi cistica, in Europa.

L’accordo dovrebbe portare a Forest già nel 2015 a un guadagno ulteriore di 0,78 dollari per azione. Inoltre, Forest conta di ottenere sinergie di costi per $125 milioni, grazie alla riduzione delle sovrapposizioni in alcune aree commerciali e amministrative.