Nuova fusione in terra Usa. Forest Laboratories ha reso noto di aver finalizzato l’acquisizione di Furiex Pharmaceuticals per un valore massimo di 1,46 miliardi di dollari. L’acquisizione è principalmente finalizzata a entrare in possesso di eluxadolina, un nuovo farmaco per la sindrome dell'intestino irritabile.

Il pagamento avverrà per 1,1 miliardi in cash mentre altri 360 milioni verranno versati sulla base delle performance commerciali del nuovo farmaco.

A sua volta, un paio di mesi fa, Forest, è stata acquistata dal produttore di generici Actavis. L’acquisizione odierna non modificherà gli effetti e la tempistica di quella precedente che ha un valore ben più elevato, pari a 25 miliardi di dollari.

Eluxadolina è stato sviluppato per il trattamento dei sintomi di sindrome dell'intestino irritabile con diarrea  predominante. In due studi di fase II il farmaco ha alleviato i sintomi della malattia. Furiex è sulla buona strada per presentare una domanda di marketing per eluxadolina entro la fine del terzo trimestre del 2014 .

Attiva per via orale, eluxadolina è la capostipite di una nuova potenziale classe di farmaci, quella degli antagonisti del recettore mu degli oppioidi e del recettore delta degli oppioidi, ad azione locale. La molecola, infatti, agisce localmente nell'intestino e ha una biodisponibilità orale molto bassa. Studi in vitro indicano che l’attività di eluxadolina sui due differenti recettori modula la motilità gastrointestinale e riduce il dolore addominale associato alla IBS, senza causare gli effetti collaterali costipanti che possono verificarsi agendo solo sui recettori mu. Inoltre, la sua azione locale nell’intestino e la biodisponibilità sistemica molto limitata riducono la possibilità di effetti collaterali a livello del sistema nervoso centrale e altri effetti collaterali sistemici associati alle terapie attualmente in uso per la gestione dell’IBS.

Forest è una società molto dinamica. Lo scorso mese di gennaio, scorso per $2,9 miliardi ha acquisito dal fondo di private equity TPG la società farmaceutica Aptalis Holdings, specializzata in farmaci specialistici. Aptalis è un’azienda con sede negli Stati Uniti, con circa 1000 dipendenti tra Usa, Canada ed Europa, focalizzata nello sviluppo di farmaci per la cura delle malattie gastrointestinali e della fibrosi cistica.

Forest deve reintegrare le vendite dell’antidepressivo Lexapro, il cui brevetto è scaduto. Alcuni progetti di sviluppo non sono andati per il verso giusto e la società ha deciso che la strada più semplice era la vendita ad Actavis.

L’acquisizione di Forest da parte di Actavis, è solo l’ultima di una serie di riorganizzazioni nel settore dei farmaci generici che, spinto da una estrema competizione sui costi, sta andando verso una progressive concentrazione.