Un italiano ai vertici di una delle aziende biotech più importanti al mondo, Biogen Idec. Si tratta di Francesco Granata che, dopo una lunga esperienza in grandi aziende farmaceutiche multinazionali, adesso è diventato "Executive Vice President of Global Commercial Operations" di Biogen. In pratica, a livello mondiale, il Dr. Granata è il responsabile di tutte le attività commerciali dell'azienda statunitense.

Laureato in medicina, il Dott Granata ha un'esperienza trentennale alla guida di importanti società del settore farmaceutico. Recentemente ricopriva l'incarico di Group Vice President in Schering-Plough Corp. e sovraintendeva le operazioni europee. In precedenza, ha occupato posizioni di rilievo in Pfizer e prima ancora in Pharmacia, società per la quale per alcuni anni ha guidato la filiale italiana in qualità di Amministratore Delegato e Presidente.

Con oltre 4 miliardi di dollari di fatturato e una presenza commerciale in 90 paesi, Biogen è una delle società biotech più importanti al mondo. L'azienda commercializza due farmaci molto importanti per la cura della sclerosi multipla, Avonex e Tysabri, e ha anche scoperto e condivide la commercializzazione (e i ricavi) di Rituxan, il farmaco più prescritto al mondo per la cura del linfoma non-Hodgkin.

In Italia Biogen è rappresentata da Dompè Biogen, nata nel 1997 da un accordo di joint venture paritetica tra Biogen Idec e il Gruppo Dompé.

Biogen è una delle società che ha fatto la storia della ricerca e dell'industria biotech. Uno dei suoi fondatori, Walter Gilbert, nel 1980 ha ricevuto il premio Nobel per la chimica per il contributo riguardanti la determinazione delle sequenze di basi negli acidi nucleici. Un altro fondatore di Biogen, Phillip Sharp, ha ricevuto il premio Nobel per la scoperta dello "splicing" dei geni.