Il produttore indiano di generici Aurobindo Pharma ha finalizzato l’acquisizione delle operazioni commerciali di Actavis presenti in sette paesi europei, tra cui l’Italia. L’accordo è stato chiuso per una cifra modesta, pari a 30 milioni di euro che si spiega con il fatto che il business ceduto è fonte di perdite economiche.

I paesi ai qualli si applica l’accordo sono i seguenti: Italia., Francia, Spagna, Portogalallo, Germania., Olanda e Belgio.

Aurobindo ha reso noto che l’accordo comprende  le infrastrutture commerciali e le autorizzazioni alla vendita di tutti i prodotti.Le due aziende hanno anche siglato un accordo a lungo termine di tipo produttivo.

Alla diffusione della notizia le azioni di Aurobindo sono schizzate del 4,53%. L’acquisizione aumenterà il listino aziendale di circa 1200 prodotti e di una pipeline di 200 nuovi generici in sviluppo.

Le vendite annue del business ceduto da Actavis sono pari a circa 300 milioni di euro e sono crescita del 10% annuo nel corso degli ultimi 10 anni. Purtroppo per l’azienda, senza produrre profitti tanto da costringerla a cedere il business

Aurobindo conta di riportare il conto economico alla profittabilità grazie a una buona integrazione verticale e alla sua piattaforma commerciale.

Il produttore indiano diventa così di colpo la prima società indiana di generici per la dimensione europea del fatturato. In molti paesi l’azienda sarà nelle prime 10 posizioni nel mercato dei generici. Aurobindo è già presente in 125 Paesi e sviluppa, produce e commercializza farmaci generici e biosimilari.

Comunicato di Aurobindo