Le vendite complessive di Krka, produttore sloveno di farmaci generici,  nel primo semestre del 2013 sono salite del 6% arrivando a $774,56 milioni. Ciò si deve a un forte incremento del fatturato nei paesi dell’Est Europa (+26%) mentre nell’Europa del Sud e in Slovenia si è registrato un calo dell’8%.

Nel corso di questi primi sei mesi del 2013, il numero dei dipendenti è salito del 4% arrivando a un totale di 9.839.

L’azienda gode di buona salute finanziaria e nell’anno in corso investirà  €182 milioni, principalmente allocati per nuovi impianti produttivi. Tra essi quello più importate, iniziato a metà del 2012 e che alla fine costerà circa €200 mln, è la costruzione di uno stabilimento situato a Ločna vicino a Novo mesto, destinato alla la produzioni di farmaci in forma solida. Quando sarà completato, avrà la potenzialità di produrre un massimo di 4,5 miliardi di pezzi l’anno.

Altri investimenti saranno dedicati a Farma GRS, una società consociate di Krka dedicata allo sviluppo di nuove formulazioni farmaceutiche. Krka sta anche finanziando la realizzazione di un nuovo impianto dedicato alla produzione di API (Active Pharmaceutical Ingredients) per l’industria farmaceutica. L’impianto sarà localizzato a Krško, in Slovenia.

Inoltre, l’azienda slovena sta ampliando la sua presenza nella ex Unione Sovietica, anche attraverso la costruzione di un vasto centro di logistica e di un impianto con la capacità di produrre fino a 1,98 miliardi di compresse l’anno.