La multinazionale farmaceutica britannica GlaxoSmithKline ha reso noto che renderà disponibili alla comunità scientifica tutti i dati sui futuri test clinici dei farmaci. Lo ha annunciato l'amministratore delegato del gruppo Andrew Witty. L'iniziativa partirà ufficialmente l'anno prossimo, e prevede un comitato indipendente di esperti che vaglierà le richieste dei ricercatori e autorizzerà la divulgazione di tutti i dati, compresi i risultati dei singoli test sui pazienti.

"La complessita' della scienza implica che non possiamo risolvere i problemi da soli - afferma Witty sul sito della compagnia - dobbiamo provare con un approccio differente".

Attraverso questa inziativa, GlaxoSmithKline consentirà a scienziati esterni alla compagnia di avere accesso ai datio fettagliati fino a quelli del singolo paiente, ovviamente anonimizzati, degli studi sui farmaci, approvati e non, a partire dal 2007. Inoltre, in futuro l'azienda pubblicherà i dati dei propri stidi, a prescincere dal loro esito, su testate peer reviewed.

Oltre a rendere pubblici i dati sui trial futuri e su alcuni di quelli passati, esclusi però quelli oggetto del processo, Gsk mettera' a disposizione tutte le informazioni sui 200 composti che potrebbero avere un effetto contro la tubercolosi attualmente allo studio.