GlaxoSmithKline ha formalizzato l'acquisizione di una quota del 16% della società farmaceutica sudafricana Aspen Pharmacare, il più grande produttore di farmaci generici del continente africano, con un accordo di collaborazione del valore di $418 milioni.

L'accordo, che si basa prevalentemente sul trasferimento di asset e non su pagamenti cash, cementa la relazione già esistente tra le due aziende  e conferma la strategia di espansione di GSK nei paesi emergenti.
Aspen emetterà 68,5 milioni di nuove azioni riservate a Glaxo in cambio dell'impianto produttivo di GSK situato a Bad Oldesloe, in Germania, e di 8 specialità farmaceutiche.
Inoltre, Aspen distribuirà in Sud Africa i prodotti di GSK,   che attualmente generano vendite per circa 68,3 milioni di dollari l'anno (dati 2008) e le due aziende collaboreranno per trovare sinergie commerciali anche in altri paesi africani, nei quali attualmente GSK genera fatturati per circa 100 milioni Idi dollari. Un rappresentante di GSK siederà nel board di Aspen.
Alla notizie le azioni di Aspen del 6,3% sono scese e quelle di GSK sono invece in aumento dell'1,2%, segno che gli esperti lo hanno valutato più vantaggioso per la multinazionale britannica.
Aspen si dice fiduciosa che l'accordo, che si chiuderà entro la fine del 2009, darà ulteriore impulso alle vendite della società, che nel 2008 sono state pari a 588 milioni di dollari.