Nell'ambito dell'azione di riorganizzazione del proprio business che punta alla focalizzazione sui settori a maggiore crescita, GlaxoSmithKline ha ceduto alla canadese Biovail  i diritti americani per l'antidepressivo bupropione, venduto con il marchio Wellbutrin XL.

Nel 2006 la formulazione da 300 mg è diventata generica e nel 2008 anche quella da 150 mg. Ciò ha determinato una forte contrazione delle vendite che nel primo trimestre del 2009 sono state pari a 65 milioni di dollari (-70% sull'anno precedente).
GSK manterrà i diritti sul farmaco negli altri paesi ad eccezione del Canada, anche se le vendite sono modeste, circa 10 milioni di dollari.

Per Wellbutrin XL si tratta di un ritorno a casa, in quanto il farmaco è stato sviluppato da Biovail, la più grande azienda farmaceutica canadese, che nel 2003 lo aveva ceduto a GSK.

A prima vista sembra un affare migliore per GSK, anche perché non si capisce come potrà fare il farmaco ad aumentare le proprie vendite, così come annunciato da Biovail.