Grunenthal italia, Paola Ianna a capo di market access & government affairs

Business

Paola Ianna entra in Grünenthal Italia in qualità di Market Access & Government Affairs Director; riporterà ad Aldo Sterpone, Presidente e Amministratore Delegato di Grünenthal Italia, entrando a far parte del management team della filiale.

Paola Ianna entra in Grünenthal Italia in qualità di Market Access & Government Affairs Director; riporterà ad Aldo Sterpone, Presidente e Amministratore Delegato di Grünenthal Italia, entrando a far parte del management team della filiale.

Dopo una prima esperienza in Pharmacia come Regulatory Affairs Manager e GSK come Project Manager, ha proseguito la sua carriera in Novartis dove ha svolto ruoli di crescente responsabilità nel marketing seguendo vari lanci in immunologia, ematologia e oncologia.

Negli ultimi 10 anni ha lavorato nel market access, cominciando come Access Leader a livello nazionale per la Business Unit Oncology gestendo attività strategiche sempre più complesse e articolate, quale membro del Country Market Access Executive Committee.

Successivamente ha assunto la responsabilità di Head of Market Access per Novartis Pharmaceutical, gestendo 5 franchise di business e diventando Lead del Committee. Dal 2019, per completare il suo profilo, ha ricoperto il ruolo di Head of Territory Access, con la responsabilità sia istituzionale sia commerciale delle attività di accesso.

Aldo Sterpone ha così commentato: “L’ingresso di Paola è un passaggio importante per il supporto al nostro business e si inserisce nel percorso intrapreso dall’azienda per garantire eccellenza e professionalità sempre più elevate e diversificate, valorizzando il nostro contributo ai vari tavoli decisionali e costruendo un dialogo aperto e duraturo con i vari stakeholder.”

La leadership di Grünenthal Italia, ora al completo, è caratterizzata da una notevole presenza al femminile.

Superano il 65% le figure apicali in rosa; professionalità in grado di rinnovare e rinforzare la nostra cultura, l’efficienza organizzativa e garantire un’ottima performance con un unico obiettivo condiviso: soddisfare sempre meglio le necessità dei pazienti e della classe medica. Dati, questi, che superano la tendenza del settore farmaceutico che impiega il 42% degli addetti donne (rispetto al 29% dell’industria manifatturiera), il 40% delle quali ricopre ruoli apicali, dirigenti e quadri. Il settore si caratterizza anche per servizi di welfare moderni ed efficaci per la conciliazione vita lavoro, l’istruzione, il benessere dei dipendenti e dei loro famigliari, l’assistenza ai famigliari*.

A riguardo, commenta Uccella, Head of Human Resources Italy: “la cultura in Grünenthal è caratterizzata dall’inclusione, dal rispetto e, grazie ad un attento programma di welfare aziendale, anche dal supporto ed equità di trattamento di tutti i ruoli famigliari. Le nostre politiche HR – aggiunge Uccella - sono sempre più tese ad attrarre e valorizzare la diversità delle competenze e di creare pari opportunità di carriera.”

“All’interno di un contesto di business healthcare l’organizzazione aziendale si evolve verso infrastrutture capaci di agire sull’esterno, – dichiara Paola Ianna – e si basa sulla costruzione di reti relazionali con gli interlocutori della sanità. L’obiettivo della funzione è quello di creare una cultura condivisa tra tutti gli stakeholder per trovare quella prospettiva comune che possa garantire a tutti i pazienti l’accesso ai farmaci di cui hanno bisogno a prezzi sostenibili per il nostro servizio sanitario. Lo sforzo della nostra funzione sarà quello di sviluppare per ognuno dei nostri farmaci una proposta di valore chiara e condivisa che soddisfi i bisogni di tutti i gruppi di stakeholder. Sono orgogliosa di essere parte del percorso di rinnovamento che Grünenthal sta affrontando, dove la percentuale femminile è in crescita continua; ognuna di noi, nella sua funzione, può dare un apporto fondamentale, con idee e valori che sposino la cultura aziendale”.